Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
1 feb 2022

Istat: tasso di disoccupazione a dicembre cala al 9%

Rispetto al mese di novembre si registra una sostanziale stabilità degli occupati, mentre rispetto a un anno fa il numero risulta in crescita del 2,4% (+540mila unità)

1 feb 2022
I soldi sarebbero finiti a dicembre mentre è stato rifinanziato per il 2016 (e in parte per il 2017) la Dis-coll, l'indennità di disoccupazione introdotta dal Job Act per i collaboratori
Lavoro
I soldi sarebbero finiti a dicembre mentre è stato rifinanziato per il 2016 (e in parte per il 2017) la Dis-coll, l'indennità di disoccupazione introdotta dal Job Act per i collaboratori
Lavoro

Il tasso di disoccupazione a dicembre 2021 scende in Italia al 9% nel complesso (-0,1 punti) e al 26,8% tra i giovani 15-24 anni (-0,7 punti), rispetto al mese precedente. Lo ha rilevato l'Istat, che ha diffuso i dati provvisori su occupati e disoccupati. La diminuzione del numero di persone in cerca di lavoro (-1,3%, pari a -29mila unità rispetto a novembre) si osserva tra le donne e per tutte le classi d'età, con l'unica eccezione dei 35-49enni.

Il tasso di occupazione si è attestato al 59%, a livelli pre-pandemia Stabile al 59% il tasso di occupazione. Per l'Istat "Il lieve calo dell'occupazione nel mese di novembre e la sostanziale stabilità registrata a dicembre rallentano la crescita dell'occupazione osservata a partire dal mese di febbraio 2021, con l'unica eccezione del mese di agosto". Rispetto a gennaio, infatti, il numero di occupati è cresciuto di oltre 650mila unità e il tasso di occupazione è più elevato di 2,2 punti percentuali. Rispetto al periodo pre-pandemia (febbraio 2020), il tasso di occupazione è tornato allo stesso livello (59,0%) mentre il tasso di disoccupazione, al 9,0%, è ancora inferiore di 0,6 punti e quello di inattività è salito dal 34,6% al 35,1%.

A dicembre 2021, rispetto al mese precedente, si registra poi una sostanziale stabilità degli occupati, mentre nel confronto con dicembre 2020 il numero risulta superiore del 2,4%, pari +540mila unità, trainato soprattutto dai dipendenti a termine (+434mila, +16,4%). Il tasso di occupazione è stabile 59,0%.

Una nota positiva: crescono le donne occupate a dicembre, con un tasso che sale al 50,5%. il rialzo è di 54mila occupate (+0,6%) rispetto a novembre e di 377mila (+4,1%) rispetto a dicembre 2020. Dai dati Istat emerge, invece, un calo per gli uomini di 52mila occupati (-0,4%) su base mensile ed un aumento di 163mila (+1,3%) su base annua. Le donne occupate sono 9 milioni 650mila le donne, gli uomini 13,1 milioni.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?