SI CHIAMA MUTUO GIOVANI ed è un finanziamento per l’acquisto della casa con cui Crédit Agricole Italia punta sulle generazioni future e e sui loro progetti abitativi, in un settore immobiliare che mostra, per l’anno in corso, una forte vitalità: nel secondo trimestre del 2021 c’è stata infatti una crescita sostenuta delle compravendite di abitazioni (+73,4% rispetto all’anno precedente), mentre per l’intero anno le previsioni sono di un superamento del numero di transazioni immobiliari registrate nel 2019. Anche le compravendite finanziate con i mutui sono salite al 52%, rispetto al 49,5% nel 2019. Di fronte a questi dati che evidenziano un trend molto chiaro, Crédit Agricole Italia si è attivata lanciando, dal luglio scorso, un’offerta dedicata alle nuove generazioni desiderose comprare casa. La scelta è maturata dopo un importante novità legislativa come il DL Sostegni Bis che introduce alcune norme per favorire l’accensione dei mutui da parte dei giovani con meno di 36 anni. È un...

SI CHIAMA MUTUO GIOVANI ed è un finanziamento per l’acquisto della casa con cui Crédit Agricole Italia punta sulle generazioni future e e sui loro progetti abitativi, in un settore immobiliare che mostra, per l’anno in corso, una forte vitalità: nel secondo trimestre del 2021 c’è stata infatti una crescita sostenuta delle compravendite di abitazioni (+73,4% rispetto all’anno precedente), mentre per l’intero anno le previsioni sono di un superamento del numero di transazioni immobiliari registrate nel 2019. Anche le compravendite finanziate con i mutui sono salite al 52%, rispetto al 49,5% nel 2019. Di fronte a questi dati che evidenziano un trend molto chiaro, Crédit Agricole Italia si è attivata lanciando, dal luglio scorso, un’offerta dedicata alle nuove generazioni desiderose comprare casa. La scelta è maturata dopo un importante novità legislativa come il DL Sostegni Bis che introduce alcune norme per favorire l’accensione dei mutui da parte dei giovani con meno di 36 anni. È un provvedimento che ha già dato i suoi effetti visto che, proprio grazie al DL Sostegni, le domande di mutuo da parte degli under 36 sono raddoppiate dall’estate scorsa, cioè da quando è stato lanciato il prodotto di Crédit Agricole Italia.

Il gruppo ha deciso di affiancare il lancio di questo prodotto a una campagna di comunicazione, predisponendo un sito internet riservato (nella sezione Crédit Agricole | Offerta Giovani all’indirizzo credit-agricole.it) dove è possibile richiedere un’offerta personalizzata, anche attraverso i dispositivi mobili come il tablet o lo smartphone. Sul sito si trovano anche informazioni utili e faq (domande e risposte esplicative) e un nuovo chatbot (cioè un servizio di assistenza via chat automatizzato). L’offerta di Crédit Agricole è rivolta ai giovani con diversi livelli di reddito: sia a quelli con un Isee (cioè un reddito calcolato tenendo conto di diversi parametri che misurano la ricchezza complessiva della famiglia) inferiore ai 40mila euro, sia a quelli che superano invece questa soglia. A disposizione dei clienti anche un servizio di consulenza per valutare la soluzione migliore in base alla sua posizione lavorativa o per accedere alla garanzia del Fondo Prima Casa (il fondo statale gestito da Consap che offre una garanzia su una parte del debito e rende così più semplice l’accesso al credito da parte dei giovani). Inoltre, considerando che l’acquisto della casa comporta sempre delle spese iniziali, Crédit Agricole Italia offre la possibilità di iniziare a pagare le rate fino a 12 mesi dopo la stipula.

I consulenti del gruppo sono a disposizione anche per approfondire tematiche specifiche legate alle opzioni di flessibilità, attivabili durante la vita del mutuo: è il caso, per esempio, dell’opzione di salto della rata una volta all’anno senza costi e senza giustificativi, della sospensione del rimborso della quota di capitale per un periodo fino a 24 mesi, della variazione della durata del piano di rimborso. I richiedenti potranno anche attivare la funzionalità MutuoMap che consente, pure a chi non è ancora titolare di un conto corrente, di seguire online l’avanzamento della richiesta di mutuo e inviare la documentazione dal proprio dispositivo digitale. "A tre mesi dal lancio di Mutuo Giovani, la quota di persone che mostrano interesse a questa offerta sul nostro sito è più che raddoppiata", dice Marco Briata (a sinistra, in alto), responsabile della Direzione Privati e Digitale di Crédit Agricole Italia (a sinistra, in basso, il quartier generale di Parma), "la quasi totalità richiede un mutuo con finalità di acquisto, anche se il 30% si interessa a una eventuale stipula quando è ancora alla ricerca dell’immobile, a conferma che molti richiedenti sono in una fase esplorativa e di orientamento". Briata sottolinea la possibilità che viene offerta dalla banca di scegliere una durata trentennale e il tasso variabile con l’opzione del passaggio al tasso fisso. "Conosciamo le specificità di questa clientela e la sua esigenza di tenere la rata più bassa possibile", aggiunge il manager. Com’è facilmente intuibile, il valore degli immobili oggetto di interesse da parte degli under 36 è inferiore alla media, sebbene l’importo del mutuo richiesto e la durata del piano di rimborso siano superiori.

In generale, nella sua offerta mutui Crédit Agricole Italia ha scelto di introdurre elementi legati al tema della sostenibilità. Sono state decise per esempio agevolazioni per le richieste di finanziamento destinate all’acquisto di immobili in classe energetica A o B o alle ristrutturazione che migliorino l’efficienza dell’abitazione di almeno 2 classi energetiche. In questi casi, sono previsti sconti sul tasso dei mutui mentre nei sistemi informativi interni della banca, nel tracciare un profilo degli immobili posti a garanzia dei finanziamenti erogati, vengono presi in considerazione parametri legati alla sostenibilità: non soltanto la classe energetica del fabbricato ma anche i Kwh consumati in un anno e la quantità di anidride carbonica emessa.

Andrea Telara