17 gen 2022

Il 2022 sarà l’anno delle obbligazioni corporate

SCADENZE BREVI E QUOTE MINIME Sopra Shannon Ward, Fixed Income Portfolio Manager di Capital Group
Shannon Ward, Fixed Income Portfolio Manager di Capital Group

NON SONO un investimento per tutti e bisogna tenere conto che a fronte di rendimenti più alti aumentano anche i rischi. Ma, puntando specialmente su scadenze brevi e con quote minime all’interno dei propri portafogli, il 2022 potrebbe essere un anno favorevole per chi investirà – potendoselo permettere e anche all’interno delle gestioni patrimoniali - in obbligazioni corporate high yeld. Ne è convinta Shannon Ward, Fixed Income Portfolio Manager di Capital Group. Il mercato dell’high yield, spiega, ha storicamente generato risultati positivi nell’arco di un intero ciclo, ma tende a dare il massimo nella fase di ripresa congiunturale, quando i tassi di default calano, gli spread si contraggono e la volatilità tende a diminuire. Tra i cinque motivi per investire nei corporate high yield nell’attuale contesto di mercato, Shannon Ward parte dal primo. Ovvero che questa è un’asset class sensibile alla crescita: Le obbligazioni high yield continuano infatti a offrire una buona performance nella fase di espansione a fronte del miglioramento della propensione al rischio e delle condizioni creditizie. E le proiezioni di consensus indicano una solida crescita nel 2022, sebbene si preveda una revisione al ribasso. Il secondo motivo è dato dai fondamentali che stanno migliorando: Sebbene la leva finanziaria rimanga elevata rispetto ai livelli pre-pandemia, i coefficienti di leva iniziano a diminuire e al contempo, gli indici di copertura degli interessi tendono a salire. Il terzo punto che porta a guardare quest’anno a questo investimento si basa sul fatto che l’high yield è un’asset class con una duration inferiore; quindi, è meno sensibile alle oscillazioni dei tassi: Tale aspetto, da solo, secondo Ward favorisce questa asset class rispetto ad altri segmenti a reddito fisso, come le obbligazioni corporate investment grade. Crea, inoltre, opportunità di diversificazione. Il quarto motivo è legato al fatto che il mercato è cresciuto molto ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?