Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 mag 2022

Focus

TOL Expo 2022

16 mag 2022
featured image
Focus
featured image
Focus

TRA I PROTAGONISTI dell’edizione di quest’anno della Trading Online Expo (TOL Expo), ci saranno gli Exchange Traded Fund (ETF), fondi le cui quote possono essere negoziate facilmente sul mercato (anche sul listino di Borsa Italiana, in un mercato che si chiama ETFplus). Si parlerà per esempio di Exchange Traded Fund durante la conferenza dal titolo: "ETF: nuovi trend e strategie di investimento", che si terrà giovedì 19 maggio alle 12:30 e vedrà la presenza di Gabriele Bellelli, educatore finanziario indipendente, affiancato da Andrea Tenti, manager di Borsa Italiana che lavora nell’area ETFs, ETPs & open end Funds, Market Development. A vent’anni dal loro debutto sul mercato di Piazza Affari, gli exchange traded fund sono ormai una categoria di strumenti finanziari di primaria importanza nel nostro Paese. Lo sa bene Silvia Bosoni (nella foto in alto), responsabile del mercato ETF di Borsa Italiana, che li segue da molti anni e ha visto l’evoluzione dell’offerta da parte degli intermediari, divenuta sempre più variegata. Oggi, sul listino di Milano sono quotati oltre 1.300 ETF che coprono centinaia classi d’investimento diverse.

"Tutti i maggiori emittenti internazionali di Exchange Traded Fund sono presenti sul nostro mercato", dice Bosoni, che sottolinea come sia cresciuta nel tempo anche l’attenzione verso i prodotti tematici, cioè legati a particolari trend economici e sociali, per esempio ai grandi cambiamenti demografici del Pianeta. C’è inoltre a un crescente interesse da parte degli investitori verso gli ETF gestiti attivamente, cioè che non seguono in maniera passiva le performance di un indice sottostante (come fa gran parte degli exchange traded fund) ma si basano su strategie di investimento un po’ più "elaborate". Inoltre, Bosoni evidenzia il crescente ruolo sul mercato degli ETF classificabili come ESG, (enviromental, social and governance), ovvero legati ai temi della sostenibilità ambientale, della responsabilità sociale e della governance delle aziende. Su 9 miliardi di euro di raccolta complessiva, lo scorso anno ben 7 miliardi sono arrivati da prodotti ESG.

Aldilà delle singole categorie di prodotti, si può dire senza dubbio che il mercato italiano è oggi una delle maggiori piazze finanziarie in Europa per la negoziazione di Exchange Traded Fund, dopo Germania e Gran Bretagna. Il mercato si caratterizza sia per la presenza di investitori che si muovono con obiettivi di rendimento nel medio e lungo termine (tipici di chi acquista i prodotti del risparmio gestito), sia per l’attività di trader che operano con una certa frequenza, approfittando della volatilità dei prezzi. Negli ultimi mesi, proprio la volatilità generata dall’attuale situazione macroeconomica ha portato a un aumento dei volumi di negoziazione degli ETF, che sono superiori per il 25% rispetto alla media dell’anno scorso.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?