Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 mag 2022

Euronext sposta il Core Data Centre nel Bergamasco

16 mag 2022
TRAGUARDO IMPORTANTE Il 25% di tutto il trading europeo passerà dall’Italia
Euronext sposta il Core Data Centre nel Bergamasco
TRAGUARDO IMPORTANTE Il 25% di tutto il trading europeo passerà dall’Italia
Euronext sposta il Core Data Centre nel Bergamasco

UN ANNO FA, Borsa Italiana entrava a far parte di Euronext, il gruppo borsistico leader in Europa, che gestisce i mercati di Amsterdam, Bruxelles, Dublino, Lisbona, Milano, Parigi e Oslo con circa 2000 società quotate e 6,6 trilioni di euro di capitalizzazione. Euronext ha avviato una serie di progetti strategici e di investimenti in Italia per rafforzare l’infrastruttura di mercato, anche attraverso la valorizzazione di risorse italiane e lo sviluppo delle società appartenenti a Borsa Italiana. Tra i progetti chiave, lo sviluppo europeo della clearing house italiana, Euronext Clearing, la migrazione dei mercati sulla piattaforma Optiq e, primo in ordine di tempo, la migrazione del Core Data Center di Euronext in Italia il prossimo giugno. Euronext migrerà il suo Core Data Centre da Basildon, nel Regno Unito, a Ponte San Pietro in provincia di Bergamo, all’interno del Global Cloud Data Center di Aruba. Il nuovo Core Data Center soddisfa i più elevati standard ambientali, è alimentato al 100% da energia rinnovabile e utilizza risorse energetiche provenienti da diverse fonti, tra cui il fotovoltaico e l’idroelettrico, consentendo così di ridurre al minimo l’impatto ambientale di Euronext e degli operatori.

Si tratta di un fondamentale traguardo per il mercato italiano: il 25% di tutto il trading azionario europeo passerà dall’Italia. Ciò permetterà al nostro Paese di diventare un importante hub per il mercato dei capitali in Europa e, insieme alla migrazione dei mercati di Borsa Italiana sulla piattaforma Optiq, consentirà di avvantaggiarsi del modello Euronext del Single Order Book, in grado di offrire un accesso unico al principale pool di liquidità europeo. Il che favorirà la visibilità delle società quotate italiane presso gli investitori internazionali, mentre gli operatori beneficeranno di un singolo punto di accesso a sette mercati e a un numero di prodotti molto più ampio.

a. t.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?