Con ‘Fenice 190’ il Leone stimola la ripresa green
Con ‘Fenice 190’ il Leone stimola la ripresa green
L’ITALIA è stata da sempre impegnata in prima linea nell’affrontare i temi più spinosi per le generazioni a venire come il cambiamento climatico, la sfida energetica e il crescente inquinamento delle grandi città. In termini concreti di investimenti, il Piano di Ripresa e Resilienza prevede ad esempio 62 miliardi di euro per infrastrutture, transizione...

L’ITALIA è stata da sempre impegnata in prima linea nell’affrontare i temi più spinosi per le generazioni a venire come il cambiamento climatico, la sfida energetica e il crescente inquinamento delle grandi città. In termini concreti di investimenti, il Piano di Ripresa e Resilienza prevede ad esempio 62 miliardi di euro per infrastrutture, transizione energetica, miglioramento della qualità dell’abitare e paesaggio. Il gruppo Generali si è inserito nel contesto europeo di stimolo alla ripresa in chiave sostenibile dopo la pandemia con diverse iniziative. Tra queste il programma ‘Fenice 190’ che comprende 3,5 miliardi di investimenti finalizzati a generare un impatto positivo sulla ripresa economica e l’economia reale in Europa. Questo programma investe, tramite la piattaforma multi-boutique di Generali Investments, su iniziative dedicate alle Pmi europee, edilizia sostenibile, infrastrutture con focus particolare su digitale, sanità e transizione energetica. La selezione è affidata ad un apposito comitato investimenti che sulla base dei 17 Sustainable Development Goals (SDGs) delle Nazioni Unite ha già identificato 10 opportunità di investimento per oltre un miliardo di euro, e l’impegno continuerà per i prossimi cinque anni.

Il risparmio gestito, del resto, è un settore sempre più consapevole del proprio ruolo nella società e nell’economia a livello globale. Fare scelte di investimento significa infatti poter indirizzare ingenti quantità di denaro verso l’economia con una forte responsabilità della società, dell’ambiente e delle persone. Il gestore diventa una figura chiave perché sarà chiamato sempre di più a una posizione decisa e trasparente verso i temi di rispetto dell’ambiente, di sostenibilità e equità sociale, di ottimale funzionamento delle istituzioni pubbliche, private e sociali.

A. Pe.