Sabato 20 Luglio 2024
ACHILLE PEREGO
Economia

Intesa Sanpaolo oltre le attese Nel primo trimestre 2 miliardi di utili

L’ad Messina: "Quest’anno 5,8 miliardi per gli azionisti". Il titolo vola a Piazza Affari: rialzo del 3,69%

Intesa Sanpaolo oltre le attese  Nel primo trimestre 2 miliardi di utili

Intesa Sanpaolo oltre le attese Nel primo trimestre 2 miliardi di utili

Intesa Sanpaolo batte le stime del mercato e archivia un primo trimestre record con quasi 2 miliardi (1,96) di utile netto, trainato dagli interessi netti, in forte crescita rispetto a 1,04 miliardi dello stesso periodo del 2022. Risultati "solidi e positivi" che confermano "la capacità del gruppo di generare una redditività sostenibile anche in contesti complessi grazie al modello di business ben diversificato e resiliente". Numeri che, premiati dalla Borsa con un rialzo del titolo del 3,69%, consentono alla prima banca italiana, spiega il Ceo Carlo Messina "di aumentare la previsione di utile netto del 2023 a 7 miliardi". Ed essere generosa con i soci. "Quest’anno – aggiunge Messina – potremo distribuire ai nostri azionisti 5,8 miliardi considerati: il dividendo di maggio, la seconda tranche del buy back, e l’acconto dividendo di novembre. Si tratta di risorse importanti, non solo per i nostri azionisti ma per l’economia del Paese".

Grazie alla prospettiva di una maggiore redditività, Intesa Sanpaolo accelererà ulteriormente i progetti a favore di chi si trova in situazioni di particolare disagio sociale. "Abbiamo rafforzato – prosegue il Ceo – le iniziative per contrastare le disuguaglianze e favorire l’inclusione finanziaria, sociale, educativa e culturale con 10,5 miliardi di credito sociale e rigenerazione urbana tra il 2022 e il primo trimestre 2023". Tenendo conto della situazione non facile che stanno vivendo famiglie e imprese con il rialzo dei tassi, Messina non chiude la porta all’ipotesi di un aumento delle tasse sull’utile delle banche sapendo comunque che Intesa ha versato nel trimestre imposte per 1,4 miliardi. "Osserveremo con rispetto ogni decisione presa dal governo", sottolinea. Ma "allo stesso tempo auspichiamo che questi prelievi aggiuntivi, nel caso in cui trovassero applicazione, vengano utilizzati per far fronte alla maggiore emergenza sociale del Paese, quella della crescita delle disuguaglianze, adottando misure per chi si trova in maggiore difficoltà".

Intesa, che "gioca nell’economia italiana un ruolo di rilevanza unica" con 10 miliardi di nuovo credito erogati nel trimestre, ha visto i proventi operativi netti aumentare dell’11,9% a 6,1 miliardi con interessi netti a 3,3 (+66,3%). Messina ha spiegato di non vedere al momento acquisizioni che possano creare valore per gli azionisti e di essere concentrati sul piano di impresa per cui si stanno rispettando i target.