17 gen 2022

Una flotta di pescherecci inAdriatico per vincere la sfida del pesce fresco

UN PUNTO DI FORZA E FATTURATO Il pescato in Pam Panorama pesa il 46% sul totale del pesce proposto. «Abbiamo sempre riservato attenzione al reparto pescheria – spiega Luca Miglioraro, direttore commerciale Freschi, freschissimi e surgelati di Pam Panorama – fin dagli anni ’70»
Il pescato in Pam Panorama pesa il 46% sul totale del pesce proposto.

TRA I BANCHI DI PROVA sui quali molti consumatori italiani tendono a misurare la qualità delle insegne della grande distribuzione c’è, storicamente, il reparto dedicato al pesce fresco. E di questo fatto, operando in un Paese abbracciato dall’acqua, è ovviamente consapevole anche Pam Panorama, la costola del Gruppo Pam che, tra giugno 2020 e giugno 2021, di prodotti ittici freschi ne ha imbanditi sulle nostre tavole oltre 3 milioni e 200mila chilogrammi. Per riuscire nell’impresa, quindi, si è rivelato fondamentale l’apporto della flotta di pescherecci in quota all’azienda di Spinea, che ogni notte è uscita dai porti per assicurare il riforinimento del miglior pesce fresco dell’alto Adriatico, prestando sempre attenzione ai concetti di varietà e territorialità della sua offerta. Oltre che, chiaramente, alla rapidità d’azione che il comparto impone, se è vero che la materia in questione, per non perdere le sue proprietà, va pescata e lavorata in meno di 24 ore (oltre che conservata con una sapienza frutto dell’avanguardia tecnologica), all’interno di un processo industriale concentrato, con tempistiche ottimizzate in ogni sua fase. Accanto alle tecniche, però, la differenza per Pam la fa, come per tutti gli aspetti della vita e del lavoro, il fattore umano. Declinato sull’esperienza di quei pescatori e di quel personale altamente qualificato che sono l’elemento chiave per garantire la migliore qualità di un pesce che in meno di un giorno passa dal suo ambiente naturale al banco del supermercato. Un altro dei punti di forza del meccanismo, poi, sta proprio nel mare, quell’Adriatico del Nord così ricco dal punto di vista ecologico e faunistico che i navigli di Pam battono, dalle ore precedenti l’alba, a partire dal porto veneziano di Chioggia, muovendo in direzione delle dighe di Sottomarina e di Ca’ Roman, che ne segnano lo sbocco sul mare aperto. Trovati i banchi con ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?