CRESCITA importante quella del DR Automobiles Group che ha chiuso un ottobre da record superando i risultati di settembre (mese già da primato nella storia della casa automobilistica): con 907 immatricolazioni, ottobre diventa così il miglior mese del 2021, segnando un più 72,11% su ottobre del 2020 con una quota dello 0,90% e a confronto di un mercato che ha...

CRESCITA importante quella del DR Automobiles Group che ha chiuso un ottobre da record superando i risultati di settembre (mese già da primato nella storia della casa automobilistica): con 907 immatricolazioni, ottobre diventa così il miglior mese del 2021, segnando un più 72,11% su ottobre del 2020 con una quota dello 0,90% e a confronto di un mercato che ha chiuso a meno 35,7%. Ancora più importante la crescita su ottobre del 2019: più 372%.

Ottima la partenza della DR 4.0 (nella foto) che a pochi giorni dal suo debutto a listino, il 27 ottobre, ha chiuso con 118 targhe ed è il soggetto della campagna ADV "Non si può avere tutto dalla vita" che vede, a partire dalla seconda settimana di novembre, l’on air anche di DR3 e poi a seguire, tra dicembre e gennaio, anche degli altri modelli DR, così da diventare la campagna identificativa del brand DR. EVO 4 (152) ed EVO 5 (132) hanno invece primeggiato nel brand EVO. Il 99% del targato del gruppo è Thermohybrid, benzinaGPL.

"Ancor più entusiasmante – è il giudizio della casa – il risultato complessivo del 2021. In dieci mesi, solo a privati, sono stati immatricolati 6.411 veicoli: + 136,66% sul 2020 e + 82,5% sul 2019. Risultati favoriti anche dalla piena disponibilità di prodotto sia per DR che EVO". La crisi dei microchip non ha dunque fermato DR Automobiles Groupe che, in questo momento, vede anche una forte espansione del proprio network di vendita in Italia. La novità per il 2022 saranno le flotte ed il noleggio a lungo termine. Proprio a inizio mese DR Automobiles Group è stato presente con l’intera gamma DR ed EVO al Fleet Manager Academy Day, presso la Fiera di Bologna, evento dedicato a più di 300 operatori del settore tra fleet manager e aziende di noleggio a lungo termine. La proiezione di chiusura del 2021, a questo punto, supererebbe le 8.000 unità.