Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 mag 2022

Emergenza alimentare, nuovo fronte dell’Occidente

16 mag 2022
featured image
Il vicedirettore generale della FAO, Maurizio Martina
featured image
Il vicedirettore generale della FAO, Maurizio Martina

SE LA GUERRA ha già sconvolto il mondo, ora rischia di affamarlo. Alle sanzioni ufficiali che puntano a mettere in difficoltà la Russia, Mosca risponde con contro sanzioni, non ufficiali, finalizzate a innescare una crisi alimentare globale e scatenare un caos geopolitico, commerciale e migratorio, prima di tutto in Africa, che possa sovvertire gli equilibri internazionali e mettere in difficoltà i Paesi europei. Russia e Ucraina rappresentano il 30% del mercato mondiale del grano, il 55% di quello di olio di semi di girasole, 20% del mais, 32% dell’orzo. E il 20% di quello dei fertilizzanti. Il blocco delle forniture sta mandando in crisi i Paesi in via di sviluppo, dove l’alimentazione si basa proprio su questi prodotti. Solo per fare un esempio, lo Sri Lanka ha smesso di ripagare le obbligazioni del proprio debito, sostanzialmente andando in default, pur di garantirsi l’acquisto di derrate alimentare. Nella vecchia Ceylon sono già scoppiate le rivolte. E potrebbero non essere le ultime. Ad oggi ci sono infatti 1 miliardo e 700 milioni di persone a rischio, di cui un terzo già in condizione di fame e povertà (dato Onu). E la situazione potrebbe peggiorare, poiché nel 2021 i prezzi alimentari sono aumentati del 30% e quest’anno potrebbero salire di un ulteriore 20% (dati Fao). La preoccupazione è dilagante in Medio Oriente e Nordafrica, dove il pane è il principale mezzo di sussistenza e viene consumato in quantità triple rispetto a Europa e Stati Uniti. Potrebbero ricrearsi le condizioni che nel 2011 hanno innescato le Primavere Arabe, provocate proprio da un forte rincaro dei generi alimentari. Purtroppo, oltre al conflitto che rende difficili coltivazioni, raccolti e distribuzione in Ucraina (da sempre chiamata granaio d’Europa) sembra esserci la volontà di Putin di aggravare la situazione. Non è un caso che ci siano circa 60 ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?