di Vittorio Bellagamba

La digitalizzazione del mercato immobiliare ha sempre più bisogno di operatori specializzati. Homepal, la prima agenzia immobiliare on line in Italia e uno dei principali operatori proptech del Paese, dà il via alla prima selezione di agenti immobiliari digitali in Italia. La società è infatti alla ricerca di 15 Digital Agents, agenti immobiliari che operano interamente online, da inserire nel proprio organico, coerentemente con il proprio modello di business che prevede la completa digitalizzazione del processo di compravendita. Una ricerca inedita di professionisti che rappresentano l’evoluzione del mestiere tradizionale di agente immobiliare, resasi sempre più necessaria con l’inizio della pandemia da Covid-19. Nello specifico, i Digital Agents di Homepal si occuperanno esclusivamente di assistere da remoto i clienti nel percorso che va dalla visita all’acquisto dell’immobile, ascoltando le esigenze dei compratori e gestendo direttamente la negoziazione con i proprietari, mentre tutte le pratiche burocratiche e amministrative saranno svolte centralmente da Homepal, secondo un processo che esalta il ruolo consulenziale dell’agente e consente al cliente di percepire appieno il valore aggiunto del servizio ricevuto.

Dalla creazione dell’annuncio alla gestione dell’appuntamento, fino alla firma digitale evoluta per velocizzare tutti i passaggi burocratici: è così che Homepal ha digitalizzato l’intero processo di compravendita immobiliare. Inoltre, grazie alla VideoVisita – lanciata all’inizio di marzo 2020, primo servizio del genere in Italia – i clienti possono perfino effettuare le visite alle case da remoto con lo smartphone, consentendo una prima importante scrematura utile per selezionare le case più adatte alle proprie esigenze.

"Il Covid-19 ha segnato l’inizio di un periodo dal quale non si tornerà indietro: bisognerà adattarsi a nuovi schemi, nuove regole sociali e nuove necessità. La ‘nuova normalità’, insomma. E la digitalizzazione, com’è noto, gioca un ruolo fondamentale, anche in un settore tradizionale come quello immobiliare – commenta Fabio Marra (nella foto in basso), co-fondatore di Homepal –. Il modello disruptive di Homepal prevedeva, fin dalla sua nascita nel 2016, una completa revisione dei prezzi a favore del cliente grazie alla tecnologia. Oggi è sempre più chiaro che gli strumenti tradizionali a disposizione di chi cerca casa non sono più sufficienti. Per primi abbiamo lanciato la valutazione immobiliare on line, grazie alla tecnologia dei big data. Con la firma digitale evoluta è poi possibile eliminare completamente la carta. In pieno lockdown abbiamo offerto con successo ai nostri clienti la possibilità di effettuare le visite da remoto, segno che anche in Italia le persone sono pronte al digitale, perfino in quello che è il settore ‘analogico’ per definizione. E, allo stesso modo, anche la classica figura dell’agente evolve e si proietta al futuro: oggi la nostra squadra cresce e siamo entusiasti di accogliere in Homepal 15 nuove professionalità digitali, uniche sul mercato e che disegneranno il profilo dell’agente immobiliare del futuro".

Nata nel 2016, Homepal ha attualmente 80.000 annunci di immobili in vendita in tutto il Paese (di cui 2.300 aggiunti nelle ultime due settimane) con oltre 5.000 richieste di appuntamento al mese per visionare case. Dall’inizio del 2020 il traffico organico sul sito homepal.it è in costante crescita ed è arrivato a triplicare il numero di visitatori, a testimonianza della sempre maggiore attitudine dei clienti a cercare casa on line invece che attraverso i canali tradizionali. Gli interessati alle assuzioni per maggiori informazioni sulle posizioni aperte è possibile visitare la pagina Linkedin di Homepal. L’azienda ha chiuso il 2019 con ricavi per 2 milioni di euro (+400% rispetto all’anno precedente),conta oggi circa 140 mila inserzioni on line, di cui 80 mila di vendita. Oltre 8milioni di persone in cerca di un appartamento sono transitate sul sito dall’apertura nel 2016. La società è stata premiata con il prestigioso riconoscimento del FinTech Awards come "migliore startup del settore real estate", è considerata tra le prime 5 startup italiane secondo il fondo di investimento Boost Heroes ed è stata recentemente selezionata tra le migliori realtà innovative in Italia e nell’Europa sudorientale da ScaleIT, la piattaforma-evento dedicata a far incontrare le migliori scaleup con gli investitori internazionali. Si è inoltre aggiudicata il premio "migliore startup e-commerce italiana" dal SESA AWARDS.