Venerdì 14 Giugno 2024
LUCA RAVAGLIA
Economia

Immobili di lusso, un settore che va forte: cosa cercano i clienti senza limiti di budget

I dati raccolti dall’ufficio studi del Gruppo Tecnocasa. La situazione a Milano, Roma e Napoli: prezzi e richieste dei clienti

La Torre Hadid a Milano, nel quartiere City Life

La Torre Hadid a Milano, nel quartiere City Life

Roma, 26 settembre 2023 – Casa dolce casa. Soprattutto se è un attico, in uno stabile di pregio, magari con vista mare o duomo, se è dotato di affidabili sistemi di sicurezza e se si trova in un edifico storico finemente ristrutturato oppure se è una nuova costruzione dal design elegante e accattivante. Per chi non ha problemi di budget, investire sul mattone, sia in relazione alla prima casa che nell’ottica di acquistare un secondo alloggio pensato per le vacanze, si conferma un’opzione fortemente attrattiva. Lo certificano i dati raccolti dall’ufficio studi del Gruppo Tecnocasa, in base ai quali il segmento degli immobili di prestigio continua a interessare chi è alla ricerca di una prima casa o di una soluzione migliorativa avendo a disposizione un’elevata disponibilità di spesa.

Approfondisci:

Bonus bollette e trasporti, dal governo 1,3 miliardi contro il caro energia. Ma vola il prezzo del gas

Bonus bollette e trasporti, dal governo 1,3 miliardi contro il caro energia. Ma vola il prezzo del gas

L’esclusività del lusso

Visti i prezzi e le caratteristiche degli edifici citati, il segmento preso in esame da Tecnocasa riguarda un mercato di nicchia anche se, negli ultimi anni, sono aumentate le nuove costruzioni (e le ristrutturazioni) di pregio: non solo nelle metropoli, dove si contano sempre più operazioni di recupero, ma anche nelle località turistiche, dove è in aumento la percentuale di stranieri che acquistano.

Le richieste

Chi cerca una soluzione di pregio ambisce ad ampi spazi (metrature di almeno 180-200 metri quadrati) e affacci panoramici, meglio se da attici o terrazzi. Oltre alla location e alla qualità dell’abitazione, sono molto richiesti anche la sicurezza garantita da dispositivi tecnologici all’avanguardia e la progettazione degli ambienti. Nelle zone centrali sono apprezzati gli immobili d’epoca, ancora di più se con caratteristiche architettoniche particolari. Per far fronte alla bassa offerta, in alcune città, come per esempio Roma e Milano, la realizzazione di nuove costruzioni in grado di garantire queste caratteristiche sta prendendo piede anche nelle zone più periferiche ed esterne, hinterland incluso.

I prezzi

Nella seconda parte del 2022, i prezzi delle soluzioni signorili ristrutturate o nuove sono rimasti sostanzialmente stabili o hanno registrato un leggero incremento. Gli uffici di Tecnocasa rilevano in ogni caso cifre decisamente elevate che, soprattutto a Milano, per un locale di fascia alta (o altissima), diventano da capogiro: nel capoluogo lombardo la fascia media di prezzo per questo tipo di abitazioni si attesta infatti sui 16.000 euro al metro quadrato, il che vuol dire che per acquistare un appartamento di 100 metri quadrati servono un milione e 600.000 euro. Le cifre sono in crescita costante dal 2017 e in particolare nel solo primo semestre del 2019 i listini erano lievitati di oltre il 9%. A Roma si ‘scende’ a 9.200 euro al metro quadrato, coi prezzi che dopo una fase di discesa, hanno ripreso a salire dalla seconda metà del 2021 per poi stabilizzarsi nuovamente, mentre a Napoli oggi si gravita intorno ai 7.000 euro sulla scia di un exploit registrato tra la fine del 2021 e l’inzio del 2022 (rispettivamente +5.5% e + 6.3%).

Il quadro di Milano

Sotto l’ombra della Madonnina, tiene il segmento di pregio anche se la crescita dei prezzi è più contenuta rispetto a quanto registrato nei semestri precedenti. Queste tipologie immobiliari sono ricercate in zona Moscova dove si toccano valori anche di 17 mila euro al metro quadro per il nuovo. Parliamo di ‘tagli grandi’, oltre 200 mq, possibilmente in edifici di nuova o recentissima costruzione con servizi di portineria h24, accesso diretto ai garage auto e locali comuni come la palestra. Permane comunque l’interesse per gli stabili d’epoca. Si chiedono balconi abitabili, almeno tre camere da letto e due bagni, meglio se posizionati dal terzo piano in poi. Negli ultimi tempi poi è sempre più importante la presenza di box auto di grandi dimensioni e con possibilità di caricare l’auto elettrica. Nella prestigiosa piazza Mondadori e nelle zone limitrofe si arriva a 10.000 euro al metro quadrato, che possono arrivare a 12.000 per il nuovo. Tiene anche l’area intorno a via Vincenzo Monti, mentre per ‘scendere’, serve allontanarsi: a City Life i prezzi arrivano a 7.000 euro, mentre nelle vie Sanzio e Colonna, dove prevalgono le abitazioni degli anni ’70, per un appartamento in buono stato ci si assesta intorno ai 6.000 euro al metro quadrato.

La situazione a Roma

Nella capitale i valori degli immobili di pregio sono rimasti sostanzialmente stabili (+ 0,1%). Anche in questo caso, le richieste di chi cerca sistemazioni di pregio guardano ad ampi spazi, anche superiori ai 200 metri quadrati. E’ importante pure la presenza di terrazzo e ascensore. In queste zone, sui piccoli tagli, si arriva a 8.000-9.000 euro al mq. Le famiglie prediligono Porta Pia e via Veneto dove prevalgono gli acquisti dei residenti oppure di chi si sposta dai quartieri limitrofi. Punte di 7.000 euro si segnalano per le soluzioni in via Veneto. I prezzi scendono invece a 5.000 euro in via XX Settembre, più vicina alla stazione Termini. Qui si segnalano anche investitori che impiegano 500-600 mila euro per acquistare una ‘casa vacanza’. Chi è interessato al segmento di maggior pregio invece si orienta su piazza Navona, Campo dei Fiori e Fontana di Trevi. E’ buono l’andamento delle case anche in piazza del Popolo dove si toccano punte di 10 mila euro al metro quadrato. L’acquisto dell’abitazione principale interessa in ogni caso soprattutto la zona di Prati, compresa tra piazza Cavour e piazza Risorgimento. I prezzi arrivano a 6.500 euro con punte di 7.000 per le soluzioni che godono della vista sul Tevere. Prezzi simili anche intorno a Porta Pia dove ci sono abitazioni più signorili, soprattutto a ridosso di piazza Ungheria e piazza Verdi, vicino a Villa Borghese.

Lo scenario a Napoli

Dopo i significativi rialzi dei mesi scorsi, ora i valori immobiliari nei quartieri di Manzoni, Caravaggio, Petrarca e Orazio si sono stabilizzati. Le zone più ambite sono quelle che garantiscono un affaccio sul golfo, per le quali arrivano richieste da imprenditori e professionisti sia partenopei che della provincia, che vanno alla ricerca di metrature generose, oltre i 200 metri quadrati, con spazi esterni, in contesti condominiali di prestigio e con portineria h24. I prezzi più elevati si registrano sulle prestigiose via Petrarca e via Catullo: quando offrono la vista panoramica raggiungono picchi di 7.000-8.000 euro al metro quadrato.

Approfondisci:

Mutui, si intravede l’inversione di rotta. Quando caleranno le rate? Scenari e simulazioni

Mutui, si intravede l’inversione di rotta. Quando caleranno le rate? Scenari e simulazioni