8 feb 2022

Iliad vuole comprare Vodafone: ecco perché e cosa c'è dietro l'offerta. Gli ostacoli

Il gruppo francese ha confermato l'offerta per il 100% della compagnia italiana. Operazione complicata anche per questioni di Antitrust

Una persona cammina telefonando accanto alla vetrina di un negozio Iliad a Milano, 03 Settembre 2019. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO
Iliad

Roma, 8 febbraio 2022 - Il gruppo francese Iliad conferma l'offerta per il 100% di Vodafone Italia, notizia anticipata ieri da Bloomberg. La conferma arriva da fonti ufficiali aziendali anche se non è previsto un comunicato stampa, per il momento, da parte del gruppo del miliardario francese Xavier Niel.

L'ipotetica acquisizione dovrebbe poi passare al vaglio dell'Antitrust e occorre a tal proposito ricordare che l'ingresso del quarto operatore mobile in Italia, ovvero Iliad, è stato voluto dall'Autorità europea per la concorrenza, come rimedio a seguito della fusione, nel settore del mobile, tra Wind e 3 Italia

Iliad Italia, dal canto suo, dopo esser entrata nel mercato del mobile italiano oltre tre anni fa, ha di recente annunciato il suo sbarco nel settore del fisso dove Vodafone Italia ha gia' una posizione consolidata. Nel mercato italiano delle telco, d'altro canto, si lamenta da tempo l'eccessiva competitività che ha provocato la guerra dei prezzi, soprattutto nel mobile, facendo scendere i ricavi delle compagnie, chiamate, per altro verso, a ingenti investimenti per il 5G e l'infrastrutturazione.

L'offerta di Iliad per Vodafone Italia va nella direzione di un consolidamento nel settore delle telecomunicazioni in Italia, tra i piu' competitivi d'Europa e caratterizzato da una 'guerra dei prezzi' che ha eroso negli anni la marginalità e la capacità di generare profitti per tutte le principali compagnie che operano nel Paese. In quest'ottica gli analisti hanno inquadrato (e valutato "positivamente") il recente annuncio di una combinazione tra Linkem e Tiscali, dalla cui integrazione - che avverrà solamente nei prossimi mesi - nascerà il quinto operatore nel mercato del fisso italiano. Lo stesso discorso vale, a maggior ragione, per il possibile acquisto di Vodafone Italia da parte di Iliad, un'operazione, secondo gli analisti di Equita, che potrebbe costituire uno scenario positivo per la stessa Tim, la principale compagnia del Paese, in quanto andrebbe a modificare "lo status quo" e "ridurrebbe la pressione competitiva" nel comparto.

Inoltre, sostengono gli esperti di Equita, proprio il fatto che a 'muovere il risiko' sia un operatore cosiddetto low cost come Iliad, potrebbe dare ulteriori benefici all'intero comparto, in quanto la società francese potrebbe "avere meno interesse a perseguire politiche commerciali molto aggressive per costruirsi una quota di mercato significativa nella rete fissa", segmento su cui ha puntato solo di recente.

Lo scenario "preferibile", comunque, avrebbe visto Vodafone - player più tradizionale e "disciplinato" - in azione per "comprare gli asset di Iliad in Italia", in quanto, tra l'altro, "farebbe svanire per Tim la possibilità di avere un compratore industriale gia' presente in Italia per il business retail di Tim stessa (ServiceCo)". L'integrazione tra Iliad e Vodafone, al di là dell'esborso finanziario per portarlo a termine, tuttavia non sarebbe scontata - sottolineano ancora gli esperti di Equita - neanche dal punto di vista normativo per i vari vincoli che esistono sul fronte autorizzativo, anche se il "regolatore europeo e' apparso piu' volte disponibile a valutare il consolidamento nel settore per passare da 4 a 3 operatori", considerandolo evidentemente gia' sufficientemente protetto per i consumatori italiani.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?