Il coronavirus, e l’impatto che ha avuto sulle quotazioni borsistiche, rischiavano di far saltare il piano di Campari di spostare la sede in Olanda ma, grazie all’intervento di Lagfin, la cassaforte della famiglia Garavoglia, azionista di maggioranza, la società riuscirà a portarlo avanti. Lo ha detto l’ad Bob Kunze-Concewitz (foto), che ha annunciato "l’esito positivo dell’offerta iniziale e, pertanto, l’avveramento delle condizioni per il trasferimento della sede legale in Olanda" come voleva la società", che conta di finalizzare il trasloco entro luglio.