«Trading sistematico con le opzioni». È il titolo della dispensa, disponibile da oggi lunedì 2 marzo sul sito www.youfinance.it, curata da Luca Giusti (nella foto). Trader sistematico su opzioni e futures in QTLab.ch e autore del libro «Trading Meccanico» edito da Hoepli, Giusti spiega in modo approfondito come controllare il rischio lavorando con strategie in opzioni che facciano guadagnare al passaggio del tempo. Quante volte, racconta Giusti «avrete sentito dire che il trading è il mestiere più bello del mondo. Ma non altrettanto volte «avrete sentito anche la seconda parte di questa frase…ma anche il più difficile».

La difficoltà di fare del trading la propria professione risiede spesso nel modo con cui la maggior parte delle persone si avvicina a questa attività, ovvero come se non si trattasse di una professione. Come nessuno si sogna, senza avere studiato, di prendere un bisturi e operare una persona allo stesso modo anche per muoversi sui mercati professionalmente bisogna imparare il «mestiere» con un importante investimento in termini di tempo ed energia oltre che economico.

Così, approcciandosi al trading senza una vera preparazione e con superficialità, si aumenta la schiera dei «trader» che perdono soldi invece di guadagnarli. Essere preparati per operare sui mercati finanziari significa conoscere gli strumenti del mestiere tra cui anche, eccoci al tema della dispensa, le possibili strategie di trading con le opzioni. Un approccio, quello spiegato da Giusti, di tipo sistematico mostrando come controllare il rischio lavorando con strategie di vendita sistematica di opzioni che possono far guadagnare al passaggio del tempo. Del resto, ricorda sempre Giusti, approcciare il trading in maniera meccanica significa operare sulla base di regole predefinite, dai setup di ingresso alla scelta di quanto allocare sulla prossima operazione, alle regole di gestione della posizione.

Fare trading in maniera meccanica non significa necessariamente automatizzare la propria operatività attraverso trading system (in certi contesti è ancora consigliabile inserire manualmente i propri ordini sulla piattaforma) ma è agli antipodi rispetto all’approccio discrezionale basato su sensazioni, idee, esperienza. Quello che si definisce il «trading di pancia».

Achille Perego