Un round importante a favore di Vivendi (nella foto il patron Vincent Bolloré) nel lunghissimo match che la vede contrapposta a Mediaset. Il Tar del Lazio ha annullato la delibera del 10 aprile 2017 dell’Agcom che ha imposto ai francesi di scegliere tra la partecipazione rilevante in Tim e la presenza quasi al 30% in Mediaset. I giudici, nella loro articolata sentenza, hanno accolto quindi il ricorso di Vivendi, una questione sulla quale si è espressa anche la Corte di giustizia europea, che ha criticato la parte della Legge Gasparri che regolava questi argomenti. Vivendi esprime soddisfazione: "Ripristinato lo stato di diritto"