"Sono profondamente convinto che questa battaglia vada combattuta con sempre maggiore forza: l’illegalità sul web può sembrare meno invasiva, dannosa, criminale invece produce effetti devastanti sulla catena del valore e sull’industria culturale". Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria, Giuseppe Moles (foto), nel suo intervento a un webinar organizzato dalla Luiss School of Law. "La cultura, l’informazione e l’editoria sono fondamentalmente buona comunicazione, alta professionalità ma sono anche impresa e posti di lavoro, che vanno assolutamente tutelati", ha sottolineato Moles.

"Mi auguro – ha aggiunto il sottosegretario – che nelle prossime settimane si possa dar vita a un corretto, sano dialogo tra le forze politiche, con il governo, la Commissione Ue, gli Stati membri, tutti gli stakeholder, perché ci sia un confronto vero per costruire modelli e soluzioni per contrastare maggiormente la diffusione pirata di eventi sportivi e in generale di contenuti multimediali e perché si possa garantire il rispetto della proprietà intellettuale, caratteristica fondamentale di una reale società civile". Moles ha indicato infine che il governo è "al lavoro sul recepimento della Direttiva Copyright. Abbiamo approfondito una serie di dossier: riteniamo fondamentale mettere insieme posizioni, esigenze, diritti di tutti quelli che fanno parte di questo mondo".