Panettoni e pandori non mancheranno sulle tavole degli italiani, nemmeno in tempo di pandemia, ma i costi aumentano mediamente del 5% rispetto al 2019. Lo rileva un’indagine realizzata dall’Osservatorio Federconsumatori, che monitora i costi, ma anche le scelte e le preferenze degli italiani in relazione ai dolci che verranno consumati sulle tavole natalizie. In vetta alle preferenze degli italiani vi sono sempre il pandoro classico e il panettone ambrosiano: 1 famiglia su 4 acquista la versione tradizionale, immediatamente seguita dalle versioni al cioccolato (1 su 6). Qualcuno acquisterà (il 12%) il panettone online, ma si tratta di un mercato ancora marginale: spesso, infatti, i costi applicati (fatta eccezione per i supermercati online) risultano più onerosi (i prezzi online sono più cari in media del 4,2% rispetto a quelli dei negozi).

Stando alle rilevazioni, i costi dei dolci tipici natalizi registrano un aumento medio del 5% rispetto al 2019. In particolare, il prezzo medio del pandoro classico, monitorato prendendo in considerazione sia i prodotti delle marche più blasonate che di quelle meno conosciute, risulta pari a 9,55 euro (+25%), raggiungendo così il costo del panettone, che invece cresce del +2%.