di Pierluigi Masini

Il benessere risvegliato attraverso i cinque sensi, attraverso un’esperienza inedita da vivere in un monumento paleo-industriale del Settecento. Succederà a Cervia, in Romagna, al Magazzino del Sale Darsena: una grande struttura che dagli anni Ottanta attende di trovare un suo ruolo. Al centro di questo progetto c’è Leo Cavalli, imprenditore poliedrico che si è aggiudicato il bando di gara e che racconta quello che realizzerà da qui a un anno, o poco più.

Leo Cavalli, lei è alla guida di un brand dell’arredamento di alta gamma come Visionnaire e anche di Fonoprint, etichetta storica della musica italiana. Al know how di queste aziende aggiunge quello di Nuage, altra sua società del benessere. Il tutto si sta per fondersi insieme. Come nasce il progetto?

"Abbiamo partecipato tre anni fa a un bando di gara dell’amministrazione comunale, che in maniera illuminata, in accordo con la Regione Emilia-Romagna e attingendo a fondi europei, chiedeva progetti per il Magazzino del Sale Darsena sul quale a metà degli anni Ottanta era intervenuto anche l’architetto Giancarlo De Carlo. Si trattava di riprogettare quel luogo con rispetto per la dimensione storica e per l’intervento successivo. Ci siamo affidati all’architetto Fabrizio Fontana di ArchLabo che è riuscito in maniera brillante a tradurre il mio pensiero in un progetto".

Qual è la filosofia della ‘Darsena del Sale’?

"Partiamo dal benessere dell’individuo, filo conduttore del progetto, messo al centro del benessere della comunità. Questo luogo meraviglioso vuole essere consegnato alla città non per uno scopo privatistico di esposizione ma per costituire un progetto nuovo che punta al benessere del visitatore e all’aumento della consapevolezza dell’individuo. Benessere e consapevolezza attraverso i cinque sensi".

Cosa trovereremo lì dentro?

"Beh, partiamo dal primo dei sensi, la vista. La struttura in mattoni del Settecento è già meravigliosa di suo e ora la stanno restaurando: qui un grande architetto come Giancarlo De Carlo, tra il 1983 e il 1987 ha costruito una serie di strutture in cemento che lambiscono gli archi dell’antico magazzino, con scale sospese e angoli acuti, mentre un quarto della struttura, circa 500 metri quadrati, è stato riempito d’acqua. Il progetto di illuminotecnica affidato a Viabizzuno esalterà la pietra a vista del Settecento e l’avanguardismo cementizio di De Carlo con fiamme di luce di colore diverso a identificare i due momenti costruttivi. E dalla Torre si potrà ammirare il mare e la pineta".

Dalla vista al tatto...

"Cammineremo a piedi nudi su percorsi salute legati al sale di Cervia e nella torre, alla fine, ci sarà una grotta di sale che è in realtà una sauna a 80 gradi. Tutto un processo che fa benissimo per aprire e disinfettare le vie aeree, argomento attualissimo. Ci siamo affidati anche qui a due aziende d’eccezione: la Effegibi di Cesena, leader nel settore delle saune, mentre per il trattamento di acqua e aria abbiamo scelto la Met di San Lazzaro di Savena, che utilizza l’ozono e garantisce un ambiente senza batteri e virus".

Passiamo al gusto e all’odorato.

"Abbiamo pensato a dieci laboratori di eccellenza gastronomica, con eccellenze del territorio: pesce, sushi, carne, pane e pizza. Tutto sull’onda dell’alta digeribilità. Sarà il primo ristorante al mondo dove il menu suggerito a ogni cliente sarà customizzato in relazione ai suoi valori del sangue, recepiti da uno scanner attraverso un cerotto. Ci sarà poi un sistema multi-aroma ad aree differenziate e oltre ai profumi dell’acqua di mare e del sale, si potranno sentire ad esempio la menta, il sandalo, l’odore dell’erba tagliata".

E la musica?

"Fonoprint sta progettando un impianto immersivo, con musica che ti pervade a 360 gradi, e lavoreremo anche a concerti nell’adiacente piazza dei Salinari. Tratteremo il benessere attraverso l’udito con la musica binaurale che, secondo studi scientifici, riesce a cambiare l’umore delle persone in soli 15 minuti e sarà diffusa con particolari cuffie che puoi utilizzare mentre magari sei immerso in una vasca a forte densità salina che fa galleggiare il corpo come nel Mar Morto. Sarà un posto molto adatto anche per eventi corporate: il resto invito tutti a scoprirlo alla fine del prossimo anno".