Il sogno di una macchina capace di fare il caffè shakerato direttamente dal caffè caldo in capsula, diventa realtà fra un mese. Tramite un miscelatore, il ghiaccio viene ‘macinato’ e il caffè arriva direttamente in tazza, aiutando così baristi a offrire un prodotto di qualità in un minor tempo. Questa è solo una delle novità 2020 proposta, in anteprima mondiale, da Commerciale Adriatica, azienda con sede in via Buozzi 4042 a Russi, nata nel 1999 dalla volontà e dall’intraprendenza di Enrico Paolo Costa (nella foto). Presto, inoltre, saranno prodotte macchine da cappuccino automatico rivolte soprattutto al mercato estero, dove le persone sono meno abili a montare il latte. L’azienda, infatti, è da tempo specializzata nella produzione di macchine per caffè espresso a uso domestico e semiprofessionale con il marchio Panafè, oltre che attiva nel comparto del trattamento acqua con Panice.

Una realtà solida in un mercato in grande espansione, che conta su 25 dipendenti in Italia e su 200 in Cina, dove ha sede la Ningbo Yuyi Electrial Home Applicance Co. Ltd aperta da Costa nel 2005 per rispondere alle esigenze dei propri clienti che cercano e richiedono prodotti di qualità garantita e forniture rapide. Oltre confine vengono prodotte macchine per caffè espresso a uso domestico, assemblando componenti in gran parte di provenienza italiana.

Resta invece nostrana la produzione di macchine a uso semiprofessionale che rispondono ai massimi standard qualitativi. «Il caffè è la bevanda più diffusa al mondo – racconta all’amministratore delegato di Commerciale Adriatica –, in particolare l’espresso, massima espressione del made in Italy, ma anche in tutte le varie forme. Attualmente l’export rappresenta una quota crescente della nostra attività, pari a circa il 45-48 per cento. Esportiamo in 38 paesi al mondo, in particolare negli Stati Uniti, in tutta Europa, nel Nord Africa e Medio Oriente, grazie alla presenza alle principali fiere di settore».

«Il nostro punto di forza – aggiunge Costa – è aver puntato, sin dall’inizio, sulla qualità dato che i nostri clienti sono principalmente aziende di settore, ossia torrefazioni e società di vending che hanno bisogno di macchine in comodato d’uso moderne, sicure ed efficienti. Per questo motivo, non ci è mai interessato essere nei supermercati, dove si seguono altri tipi di strategie». Anno dopo anno, i progettisti di Commerciale Adriatica hanno dato vita a tutta una serie di macchine da caffè espresso Panafè, a cialde e capsule di vari formati, facili da usare e affidabili. Tra le ultime nate, c’è il modello elettronico ‘My Space’ che consente regolare le varie funzioni direttamente tramite smartphone.

Grande attenzione è poi prestata al basso impatto ambientale, con la produzione di macchine classe A++ che funzionano a circa 500 watt, contro la gran parte delle concorrenti che arrivano a 800-1.200. Tutte le macchine – realizzate in materiale ignifugo certificato glow-wire – sono poi dotate di spina con filo da due metri, in modo da non richiedere alcuna prolunga. Ogni macchina, infine, è accompagnata da un ‘fascicolo tecnico’ che dimostra l’attenzione alla qualità ed edibilità, come si evince per esempio dal marchio Pahs ( che certifica che i tubi e i componenti in plastica non contengono oli aromatici e pertanto non sono cancerogeni.