Enel (nella foto l’ad Francesco Starace) chiude i primi 9 mesi del 2020 con un utile netto ordinario di 3,593 miliardi di euro (in crescita del 9% sui primi 9 mesi del 2019), "incremento guidato dall’efficiente gestione, che ha portato a un decremento degli oneri finanziari, e dalle minori interessenze di terzi". Il risultato netto è di 2,921 miliardi (813 milioni nei primi nove mesi del 2019, +259,3%). I ricavi sono di 48,05 miliardi (dai 59,332 nei primi nove mesi del 2019, -19%) calo attribuibile alle "minori quantità di gas ed energia elettrica vendute in Italia e Spagna a causa della pandemia".