GROWISHPAY, la scaleup italiana leader nei social payments, chiude un round da circa 1 milione di euro, di cui 571.500 in equity crowdfunding (oltre 250.000 in meno di 24 ore) tramite la piattaforma 200Crowd, a cui si aggiungono 152.000 da altri investitori e 250.000 come contributo di Open Innovation da parte di SisalPay, partner tecnologico e istituto di pagamento di ScuolaPay. Hanno partecipato al round oltre 100 nuovi investitori tra cui anche Boost Heroes. Le soluzioni di social payments messe a punto da GrowishPay offrono un layer via API o SaaS che connettendosi con i sistemi di open banking permettono di abilitare occasioni d’uso virali e di social marketing (come ad esempio pagamenti di gruppo, liste regalo, pagamenti su circuiti privati con cashback, gestione wallet, prezzi a scalare, ecc…) per trasferire denaro tra utenti o pagare acquisti all’interno di un network o di una community. Il modello di business di GrowishPay – pmi innovativa dell’incubatore di startup Digital Magics – ha oltre 80.000 utenti attivi che hanno effettuato transazion.

NEL 2019 GrowishPay sta crescendo di oltre il 150% rispetto all’anno precedente. A settembre verrà lanciata ScuolaPay, una soluzione unica in Italia per 6,2 milioni di genitori che pagano 2,8 miliardi di euro ogni anno per le attività scolastiche. ScuolaPay facilita sia la raccolta di denaro tra genitori e rappresentanti di classe, sia i pagamenti verso la scuola di contributi volontari, rette, mense e per qualsiasi attività. Si basa su un’app di pagamento per i genitori connessa con le applicazioni contabili e con i conti di pagamento degli stakeholder scolastici, con funzionalità specializzate verticalmente per il mondo della scuola.