di Vittorio Bellagamba

Google Italia ha avviato una programma di assunzioni per le proprie sedi di Roma e in maniera più consistente per quella di Milano. Le figure professionali richieste sono nel dettaglio: Enterprise Account Executive; Lead di pratica, soluzioni di gestione dei dati; Lead di pratica, AIML; Lead di pratica, modernizzazione delle applicazioni; Architetto di soluzioni di settore, Telco; Cross-Google Partner Manager, Telecomunicazioni, Soluzioni per le partnership Google; Ingegnere delle vendite, Soluzioni SAP, Google Cloud; Allenatore vendite partner, Google Cloud; Ingegnere vendite partner, Google Cloud; consulente cloud, Servizi Professionali, Google Cloud (inglese, italiano).

Le assunzioni rientrano in un progetto di sviluppo che Sundar Pichai, CEO di Google ha riassunto così: "Google è orgogliosa di essere partner della ripresa economica dell’Italia. Per aiutare a trasformare le aziende italiane grandi e piccole, investiremo oltre 900 milioni di dollari in cinque anni, che includono l’apertura delle due Google Cloud Region in partnership con TIM". Il programma "Italia in Digitale", è un nuovo piano per accelerare la ripresa economica del Paese attraverso progetti di formazione, strumenti e partnership per supportare le aziende e le persone in cerca di opportunità lavorative. Questo nuovo progetto nasce dall’esperienza e dal successo di precedenti iniziative come Crescere in Digitale e Google Digital Training, che negli ultimi cinque anni hanno aiutato 500.000 persone a ottenere le competenze digitali necessarie per rilanciare un’attività o migliorare la propria carriera lavorativa.

Con questo nuovo impegno, Google (nella foto in alto, la sede californiana di Mountain View) intende ora aiutare altre 700.000 persone e piccole e medie imprese a digitalizzarsi, con l’obiettivo di portare il numero complessivo a oltre 1 milione per la fine del 2021. Durante la pandemia, mentre alcune aree produttive sono riuscite a non fermarsi, grazie ai progressi legati allo smart working, allo shopping online e alla telemedicina, molte piccole imprese hanno subito pesantemente la crisi, in particolare nei settori del turismo, della vendita al dettaglio e della ristorazione. Secondo una ricerca di McKinsey, in Europa sono ora a rischio 60 milioni di posizioni lavorative.

È per questo che oggi Google annuncia Italia in Digitale, un nuovo piano per accelerare la ripresa economica del Paese attraverso una serie di momenti di formazione, strumenti gratuiti e partnership a supporto delle imprese e delle persone in cerca di opportunità lavorative. Google.org inoltre fornirà un contributo di un milione di euro a Unioncamere, per supportare nella trasformazione digitale le piccole e medie imprese italiane in difficoltà. Grazie a questo supporto, le Camere di Commercio offriranno formazione specifica e assistenza da parte di esperti a imprese e lavoratori, con particolare attenzione a quei settori maggiormente colpiti da Covid-19, per aiutare le persone a mantenere il proprio lavoro o a trovarne uno nuovo. Fabio Vaccarono (nella foto in basso), Managing Director, Google Italy ha detto: "Da molti anni Google è impegnata in Italia per diffondere le competenze digitali utili a trovare un lavoro o far crescere un’attività. Se queste competenze erano importanti prima della pandemia, ora sono diventate tanto più necessarie: per superare le sfide del presente la digitalizzazione è un elemento imprescindibile, per trovare nuove opportunità lavorative, per rilanciare un’impresa, e a vantaggio dell’intera società.

È su questa linea, arricchita da nuovi strumenti, che intendiamo proseguire con il nuovo progetto Italia in Digitale, rivolto in particolare alle piccole e medie imprese. La crisi ha accelerato il nostro uso della tecnologia: ora la tecnologia può aiutarci a uscire dalla crisi". Coloro che sono interessati alle assunzioni programmate da Google in Italia possono collegarsi al sito: https:careers.google.comjobsresults?location=Italy