Banca Generali ha registrato a giugno una raccolta netta positiva per 509 milioni di euro, migliore dei +405 milioni di maggio e dei +407 di giugno 2019. Da inizio anno il cumulato della raccolta netta è di +2,816 miliardi a fronte dei +2,838 dei primi sei mesi del 2019. La raccolta di giugno si è concentrata verso soluzioni gestite e di risparmio amministrato con l’impiego della liquidità raccolta nei mesi precedenti - riporta la nota della società -. Tutte le soluzioni offerte - dai fondi e Sicav alle gestioni di portafoglio alle soluzioni assicurative - hanno evidenziato un saldo netto positivo, confermando l’attenzione alla diversificazione e personalizzazione del servizio".

E ancora: "La raccolta netta del risparmio gestito è stata positiva per 491 milioni (+330 milioni a maggio) e sul cumulato dei sei mesi raggiunge +1,367 miliardi da +1,19 miliardi di un anno fa. "La ripresa dei mercati nel secondo trimestre ha riavvicinato i risparmiatori alle soluzioni gestite con una crescente attenzione alla diversificazione per aree tematiche e alla componente protettiva offerta dai contenitori di investimento assicurativi", ha commentato l’amministratore delegato Gian Maria Mossa (nella foto) secondo cui i segnali arrivati nella prima parte di luglio danno "grande fiducia e ottimismo sulla capacità, anche in un contesto economico difficile come quello attuale, di continuare a crescere anche nella seconda parte dell’anno".