Due importanti mandati di Cometa, il principale fondo pensione in Italia. Ad aggiudicarseli, nei giorni scorsi, è stata Generali. Di che cosa si tratta, in particolare? "L’accordo prevede che Generali Italia gestisca due comparti di investimento garantiti (TFR Silente e Sicurezza 2020) di Cometa – spiega Francesco Martorana (nella foto), ad di Generali Insurance Asset Managemen – . Il gestore delegato sarà Generali Insurance Asset Management SGR, l’entità di Generali specializzata nella gestione di mandati istituzionali, forte dell’expertise nella gestione di circa 460 miliardi di asset assicurativi e fondi pensione del gruppo Generali e di società terze. In condizioni di mercato e normative particolarmente complesse, che rendono necessario trovare soluzioni innovative e sostenibili per tutta la filiera - gli iscritti ai fondi, i gestori ed il sistema Italia nel suo insieme - questi mandati rappresentano un nuovo punto di riferimento per tutto il sistema pensionistico, con l’esigenza primaria di tutelare il futuro degli aderenti al fondo nel lungo-medio periodo".

Qual è la vostra lettura di questa fase del mercato?

"Nonostante l’emergenza Covid-19 stia rientrando nel mondo sviluppato, non siamo ancora fuori dal tunnel, e le conseguenze economiche della crisi si faranno sentire ancora a lungo. Pensiamo che il Pil globale recupererà i livelli pre-crisi non prima della seconda metà del 2021. La fase attuale di altissima volatilità sta mettendo alla prova tutti gli operatori dell’asset management, ma gli investitori di lungo periodo come noi possono guardare oltre la crisi e le scelte di allocazione di breve termine. Non solo possiamo far leva su una expertise consolidata nella gestione del rischio, ma anche su soluzioni di investimento ben differenziate grazie alla piattaforma multi-boutique di Generali Investments. Per esempio, qui abbiamo a disposizione competenze solide su asset class che ben rispondono ai momenti di crisi, quali le infrastrutture e il real estate, grazie a boutiques di investimento specializzate. Inoltre, investire in queste asset class significa supportare l’economia".

In questo scenario, quale ruolo gioca il gestore di un mandato pensionistico?

"Un ruolo fondamentale: come gestori siamo responsabili dell’investimento dei risparmi degli aderenti al fondo pensione e proteggiamo quindi il loro capitale presente e futuro. Essere ‘partner di vita’ significa, per noi, mettere la nostra expertise nella gestione dei mandati pensionistici e nel risk management a servizio di questo obiettivo. Investiamo quindi con un orizzonte temporale di lungo termine, che tiene conto delle preferenze espresse dagli aderenti al fondo attraverso i diversi comparti per quanto riguarda il rapporto fra rischio e rendimento".