Generali conferma la propria presenza nel Dow Jones Sustainability World Index e nel Dow

Jones Sustainability Europe Index, come riconoscimento dell’eccellenza del percorso intrapreso nell’integrazione della

sostenibilità nel core business. Ascolto degli stakeholder, solida governance e reporting integrato hanno nel tempo prodotto innovazione sostenibile. Generali è il primo assicuratore europeo ad avere emesso un green bond e tra i primi a definire una strategia sul clima a supporto di una transizione ‘giusta’, che combina azione climatica e protezione dei lavoratori nei settori più interessati dalla decarbonizzazione.

Leonardo (in foto il ceo Alessandro Profumo) si posiziona invece al primo posto nel settore Aerospace & defence, confermando la propria leadership per il secondo anno consecutivo. Un risultato che testimonia come la sostenibilità sia parte integrante e guida della strategia di Leonardo, della governance e della sua visione al 2030. Leonardo contribuirà alla creazione di un modello finanziario sostenibile per la prosperità di aziende e comunità.

Anche Prysmian group si conferma con un punteggio in miglioramento, a 86 punti dagli 84 punti del 2019. Saipem si conferma invece per il quarto anno consecutivo. Nota di merito anche per Italgas.