Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
17 giu 2022

Estate al caldo per non gelare d’inverno. "Razioniamo da subito i consumi"

L’ombra di una stretta sui climatizzatori. Ma il governo tranquillizza: "Già stoccato il 52% del gas"

17 giu 2022
claudia marin
Economia
An employee of Uniper Energy Storage inspects the above-ground facilities of a natural gas storage facility at the Uniper Energy Storage facility in Bierwang, southern Germany on June 10, 2022. (Photo by LENNART PREISS / AFP)
Uniper Energy Storage (Ansa)
An employee of Uniper Energy Storage inspects the above-ground facilities of a natural gas storage facility at the Uniper Energy Storage facility in Bierwang, southern Germany on June 10, 2022. (Photo by LENNART PREISS / AFP)
Uniper Energy Storage (Ansa)

Roma, 17 giugno 2022 - ​Il governo, con Mario Draghi e il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, tenta di tranquillizzare sull’impatto del taglio del gas russo all’Italia. Ma a Palazzo Chigi, al ministero dell’Economia e nelle centrali operative dei gruppi dell’energia (Eni, ma anche Enel), lo stato di allerta per le mosse di Gazprom e, dunque, di Putin è altissimo: e, del resto, il premier sa bene che lo zar del Cremlino "usa il gas e il grano come armi". Tant’è che il Piano di emergenza del sistema italiano del gas naturale, predisposto per l’ipotesi dell’embargo, è tornato in primo piano per aggiornamenti di ora in ora. E anche se per ora siamo al primo dei tre livelli di emergenza, quello del preallarme ( early warning ), un esperto del settore, come Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, avvisa senza tanti fronzoli che sarebbe opportuno "razionare i consumi da subito e tagliare l’aria condizionata, come nel 2003 con distacchi programmati". Senza contare – spiega – che da luglio, sul versante dei prezzi, "avremo rincari delle bollette di almeno il 10 per cento". Gazprom taglia il gas anche in Austria. Garantito solo 65% di flussi chiesti da Eni Sommario Due anni per l'indipendenza dalla Russia Austerity alle porte Arriva il gas africano Nuove trivelle Lo stoccaggio per l'inverno Due anni per l'indipendenza dalla Russia "Abbiamo tutte le contromisure pronte – spiega Cingolani –. Ma la prima cosa da capire è se questa diminuzione si stabilizza o se è solo un episodio. Vediamo cosa succede nei prossimi tre giorni, e poi la settimana prossima decideremo". Ma Draghi ha poche perplessità, anzi: "I problemi tecnici sono solo bugie". Dunque, l’imperativo categorico rimane fermo: ridurre la dipendenza energetica dalla Russia. E proprio ieri dall’Enea hanno fatto sapere ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?