4 apr 2022

Gas dalla Russia, cosa rischia l'Italia in caso di stop: dal riscaldamento alle auto

Se scattasse l’emergenza energetica, potremmo tornare a uno scenario simile a quello del ’73

achille perego
Economia

Roma, 4 aprile 2022 - Non siamo ancora all’emergenza, con il governo che ha smentito il passaggio dalla fase di pre-allerta a quella di allarme, anticamera dello stato di emergenza per il sistema italiano del gas naturale. E quindi, a catena, anche delle forniture di elettricità, prodotta per circa il 50% proprio con il gas. Ma all’emergenza ci arriveremmo se, con l’aggravarsi della guerra in Ucraina, le prossime sanzioni europee contro la Russia prevedessero il colpo più pesante, il blocco delle forniture di gas. Un colpo che non solo farebbe male a Putin, costretto, spiega Roberto Bianchini, direttore dell’Osservatorio Climate Finance del Politecnico di Milano e partner di Ref Ricerche, a bruciare il gas che non riuscirebbe più a venderci, ma anche all’Italia. Perché non sarà facile, anzi impossibile, sostituire in pochi mesi e in vista del prossimo inverno, aggiunge Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, i 29 miliardi di metri cubi di gas russo, poco meno del 40% dei nostri consumi annuali (76). Per prepararsi alla stagione fredda, già dal 1° aprile è previsto l’avvio degli stoccaggi, frenati però dall’attuale livello record dei prezzi del gas. Guerra Ucraina, Kiev: bombe a grappolo, colpito ospedale pediatrico Il rischio austerity Senza gas russo l’Italia non potrà non finire in emergenza, consentendo al governo scelte drastiche sul taglio dei consumi come successe nel 1973 o, sporadicamente, ricorda Tabarelli, con i black out controllati per sovra consumi elettrici nel giugno e settembre 2003. Quindi, tornando indietro di quasi quarant’anni, alle domeniche a piedi o in bici, la chiusura anticipata di negozi e uffici, l’abbassamento della temperatura del riscaldamento, la riduzione dei limiti di velocità su strade e autostrade, il taglio del 40% dell’illuminazione pubblica o il divieto di utilizzare insegne luminose. Ma, memori d ella pandemia e come suggerisce anche l’Agenzia internazionale ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?