Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
27 giu 2022

Rischio frodi online: ecco come difendersi

Dal phishing alle sim clonate, il 20% degli italiani non si fida della sicurezza dei pagamenti in rete . Ma molti sono frenati anche dai costi

27 giu 2022
achille perego
Economia
Solo il 10% è stato vittima di una frode sulla carta di credito, il 6% sul conto corrente
Solo il 10% è stato vittima di una frode sulla carta di credito
Solo il 10% è stato vittima di una frode sulla carta di credito, il 6% sul conto corrente
Solo il 10% è stato vittima di una frode sulla carta di credito

Milano, 26 giugno 2022 - ​Comodi , tracciabili, innovativi. Sono molti i motivi che spingono a utilizzare i pagamenti digitali. Ma restano ancora molti timori. Tanto che, secondo un recente sondaggio di Altroconsumo, 2 italiani su 10 non li fanno perché preoccupati della sicurezza delle transazioni in rete. Ma c’è anche chi non li fa perché non si sente a suo agio con la tecnologia o teme di lasciare traccia dei dati personali. Solo il 10% degli intervistati ha affermato però di essere stato vittima di una frode sulla carta di credito facendo pagamenti online e il 6% sul conto bancario. Pos obbligatorio, gli italiani preferiscono il contante. Arrivano le multe ai negozi senza Ma come si possono utilizzare i pagamenti digitali in sicurezza? Gran parte delle associazioni di consumatori ha preparato guide scaricabili dai loro siti ( altroconsumo.it , consumatori.it , federconsumatori.it , adiconsum.it , difesadelcittadino.it ). E proprio sul fronte della sicurezza dallo scorso anno è entrato in funzione il sistema di doppia autenticazione ( Sca-Strong customer authentication ) per i pagamenti online che prevede, affinché l’operazione vada a buon fine per importi superiori a 30 euro, l’autorizzazione con l’inserimento di due password. Le truffe però, avverte Altroconsumo, ci sono e sono in costante evoluzione tanto che arrivano a clonare la sim dello smartphone per operare per conto nostro tramite l’home banking ( sim swapping ). Attenzione anche alle mail ( phishing ) che cercano con l’inganno di pescare i nostri dati anagrafici segnalando problemi sul conto e invitano a cliccare su un link che può rimandare a una falsa homepage della banca. L’evoluzione del phishing è lo smishing ( sms phishing ) che utilizza sms e social network per chiedere di aggiornare l’account, promette vincite o informa che un dispositivo non autorizzato si è connesso. E quindi ecco ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?