Un treno Frecciarossa in stazione (ImagoE)
Un treno Frecciarossa in stazione (ImagoE)

Milano, 20 novembre 2018 - FS Italiane fa un passo avanti verso una maggiore integrazione tra treno e aereo. Dal 18 dicembre infatti partirà il primo Frecciarossa da Venezia all'aeroporto internazionale 'Leonardo da Vinci' di Fiumicino. Inoltre due nuove corse AV - altra novità assoluta - garantiranno anche i collegamenti tra lo scalo romano e le città di Firenze, Pisa, La Spezia e Genova. Poi sarà la volta di Malpensa. "Siamo molto fiduciosi che Malpensa nel 2019 possa diventare un'altra delle opportunità trasportistiche che andremo a sviluppare con le Frecce", dice l'amministratore delegato Gianfranco Battisti, annunciando che la presentazione del piano industriale slitta a fine gennaio in attesa degli sviluppi dell'affare Alitalia, per la quale Ferrovie ha avanzato una proposta di acquisizione). "Aspettiamo che il Mise ci confermi se l'hanno accettata o meno. Noi siamo convinti della bontà a livello trasportiamoci del progetto, ci crediamo", aggiunge Battisti. E proprio oggi, secondo quanto si apprende, la società avrebbe ricevuto la lettera dei commissari straordinari della compagnia aerea in cui si dice che la sua offerta "è stata positivamente valutata".

Intanto FS punta a rafforzare la rete di collegamenti su rotaia con il nuovo orario invernale, che partirà domenica 9 dicembre. Ad esempio il Frecciarossa 9601, in partenza da Milano Centrale (ore 5.20) e Milano Rogoredo (ore 5.32) e da Reggio Emilia AV (ore 6.09), è il primo treno ad arrivare a Roma (ore 8.29), garantendo così una maggiore copertura oraria nei collegamenti tra Milano e la Capitale. 

Attenzione particolare anche al Sud, dove aumenterà in modo significativo l’offerta. Il Frecciarossa abbrevierà il viaggio da Torino e da Milano per la costa adriatica, consentendo di raggiungere più rapidamente la Romagna e la Puglia e collegando, per la prima volta, Torino con la città di Lecce. Dieci le Frecce sulla tratta Roma-Bari nel fine settimana, con l’introduzione di due Frecciargento no stop che uniranno i due capoluoghi in tre ore e trenta, anticipando così i futuri tempi di viaggio tra Roma e la Puglia. 

Tra le novità, dieci nuovi treni al giorno, sei Frecciarossa e quattro Frecciargento. L’offerta complessiva sulla lunga percorrenza si amplia con 55 nuove fermate che realizzano oltre 200 nuovi collegamenti. Sulla Roma-Milano AV, diventano 104 i Frecciarossa (+3) e 54mila i posti offerti al giorno; tra Milano e Venezia 48 i Frecciarossa (+2) e 26mila i posti, con l’introduzione di una prima corsa del mattino da Milano e di un’ultima la sera da Venezia Santa Lucia. Un nuovo Frecciarossa collegherà poi di prima mattina Firenze con Roma e Napoli.

 Prosegue e si estende la positiva esperienza dei FRECCIAlink che saranno operativi anche sulla rotta Bari-Matera, raggiungendo la Capitale europea della Cultura 2019. Il servizio integrato treno+bus di Trenitalia tornerà anche nel prossimo inverno a raggiungere direttamente le località sciistiche tra cui Cortina, Madonna di Campiglio, la Val Gardena, la Val di Fassa, Aosta e Courmayeur.

E si amplia anche l'offerta regionale, anche grazie ai Contratti di Servizio sottoscritti con le Regioni, in maniera generalizzata con interventi mirati su importanti aree e direttrici. Sarà così tra Bologna e la Romagna con 24 treni al giorno tra il capoluogo felsineo e la riviera romagnola (via Ravenna) e 24 corse per il nuovo servizio metropolitano tra Bologna e Imola. In Liguria, 18 collegamenti tra Savona-Genova-Sestri Levante e il ritorno del 5 Terre Express dal primo marzo. Con 4mila posti in più per accompagnare pendolari e turisti dal Ponente al Levante ligure. Cresce l’offerta tra Roma Termini e l’aeroporto internazionale di Roma Fiumicino con 16 nuove corse del Leonardo Express che diventano 126 al giorno.

In Campania, un treno ogni 8 minuti a Napoli per attraversare in soli 20 minuti tutte le stazioni del capoluogo campano e un treno ogni 15 da Campi Flegrei verso Pozzuoli. Una nuova offerta completamente rivisitata per la Puglia tra Barletta e Fasano e velocizzata sulla Foggia-Bari-Lecce. Sul Passante di Palermo, 12 collegamenti in più da Punta Raisi al capoluogo siciliano.