Lunedì 17 Giugno 2024

Finanziamenti dedicati a condizioni agevolate

Il piano straordinario agricolo di Credem per il 2024 offre finanziamenti agevolati e garanzie grazie a accordi con enti del settore. Si amplia il pegno rotativo non possessorio alla filiera vitivinicola, supportato dalla tecnologia blockchain.

NEL PLAFOND da 3 miliardi del piano straordinario per il settore agricolo per il 2024 di Credem rientra una vasta gamma di finanziamenti dedicati, che grazie agli accordi in essere con diversi enti del settore, consente di sfruttare garanzie e incentivi statali e avere condizioni agevolate. E’ stato inoltre stretto un accordo con Confagricoltura, in corso di aggiornamento e ampliamento, che punta, spiega Massimo Arduini, direttore commerciale Credem Banca, "a rendere più snelle le procedure per l’accesso al credito delle imprese associate alla Confederazione. Nell’ambito di questo accordo Credem si impegna anche ad offrire la sua consulenza nell’elaborazione di progetti innovativi e di filiera, aiutando le aziende ad orientarsi tra i prodotti finanziari dedicati agli investimenti. Le iniziative congiunte previste riguardano anche attività di formazione finanziaria per un costante aggiornamento sulle novità legate a opportunità di attrazione di nuovi capitali. Non escludiamo in futuro anche accordi con altre sigle di settore".

Infine Credem estenderà il pegno rotativo non possessorio, una soluzione innovativa di finanziamento già sperimentata con la filiera lattiero-casearia, alla filiera vitivinicola: il produttore o l’imbottigliatore potranno utilizzare il proprio vino come garanzia per ottenere finanziamenti o prestiti. Il lancio del nuovo servizio è previsto entro l’estate 2024. "Siamo stati tra le prime banche ad offrire il pegno rotativo non possessorio supportato dalla tecnologia blockchain. Questa innovativa soluzione di finanziamento, realizzata grazie alla collaborazione con Sopra Steria – conclude Arduini – permette al produttore di sostenere i propri investimenti, riducendo allo stesso tempo l’operatività. Al momento è stato utilizzato nelle filiere del Grana Padano, del Parmigiano Reggiano, del Pecorino Romano e del Trentingrana. E’ uno degli esempi delle soluzioni innovative e su misura che Credem costruisce insieme ai propri clienti. Un altro è la società Magazzini Generali delle Tagliate (nella foto a destra), che fa parte del Gruppo Credem ed è tra gli impianti industriali più grandi d’Italia per la stagionatura del parmigiano e ci permette di offrire soluzioni personalizzate di finanziamento in caso di "anticipo merci" per le aziende che producono eccellenze del Made in Italy come il Parmigiano Reggiano".

A. Pe.