Mercoledì 24 Luglio 2024

Come comprarlo utilizzando gli Etc

Gli investitori possono guadagnare con l'argento attraverso Etf ed Etc quotati in Borsa, seguendo il trend al rialzo delle quotazioni del metallo. È importante comprendere il funzionamento di questi strumenti per massimizzare i rendimenti.

PREZZI IN RIALZO e prospettive di rendimenti. Ma come si fa a guadagnare con l’argento di fronte al trend all’insù che le quotazioni del metallo potrebbero seguire nei mesi e anni a venire? Gli strumenti utilizzati più spesso dagli investitori sono gli Etf (exchange traded fund) o gli Etc (Exchange Traded Commodities). Si tratta di prodotti finanziari quotati in Borsa (anche sul listino di Piazza Affari) che possono essere negoziati facilmente come un’azione e che hanno un valore legato a quello di una materia prima sottostante, per esempio, l’oro, l’argento ma anche il petrolio o le commodity agricole.

Se il prezzo di quest’ultime sale, anche quello del relativo Etf o Etc si muove nella stessa direzione, facendo guadagnare chi lo ha nel portafoglio e lo rivende. Ovviamente, vale anche il caso opposto: se il prezzo della materia prima sottostante scende, pure la quotazione del relativo Etf o Etc si riduce, provocando una perdita per chi lo ha acquistato. Tra gli Etc legati all’argento e quotati alla Borsa di Milano c’è il Wisdomtree Physical Silver della casa d’investimenti britannica Wisdomtree. È legato all’indice Lbma Silver Price, un paniere che riassume la media dei prezzi dei contratti dell’argento scambiati sui mercati internazionali. Lo stesso indice è sottostante anche a un altro Etc che si chiama Xtrackers Ie Physical Silver ed è stato creato da Dws, società di gestione del risparmio che fa capo a Deutsche Bank. Entrambe i prodotti hanno guadagnato dall’inizio dell’anno quasi il 30% (dati aggiornati al 3 giugno) segno evidente che la fase rialzista dell’argento di cui parlano gli analisti è ormai iniziata da tempo.

Per gli investitori un po’ più esperti, Wisdomtree ha creato anche degli Etc che consentono di puntare al ribasso sull’argento, cioè guadagnare quando le quotazioni della materia prima sottostante sono in ribasso e non in rialzo. Si tratta però di strumenti da maneggiare con cura e da acquistare soltanto se si è compreso bene il loro meccanismo di funzionamento. Stesso discorso per un’altra categoria di Etc, quelli che hanno il cosiddetto effetto leva. Sono prodotti il cui valore ha delle oscillazioni superiori di due o tre volte quelle della materia prima sottostante. Chi li acquista può dunque amplificare i potenziali guadagni in caso di rialzo delle quotazioni ma anche le potenziali perdite in caso di ribasso.

Andrea Telara