Sono 21 le aziende che nell’anno del Covid sono state capaci di comunicare meglio, riuscendo ad ottenere la certificazione BIC, ’Best in Media Communication’, ideata nella sua seconda edizione da Fortune Italia e Eikon Strategic Consulting. Si confermano tra le ’Best in Media Communication’: Abbvie, Acea, Autogrill, Axa, Enel, Generali Group, Generali Italia, MSD Italia, Open Fiber, Poste Italiane, Sace, Takeda Italia e Vodafone. Tra le aziende, invece, che hanno acquisito la certificazione nel 2021 ci sono: Bmw, Cassa Depositi e Prestiti, Illimity, Inwit, Iren, Italgas, Medtronic e Terna. Il direttore di Fortune Italia Fabio Insegna sottolinea che "in un anno particolarmente complicato per tutti, anche i team della comunicazione hanno vissuto un gigantesco stress test".