Ettore Prandini eletto all'unanimità Presidente Nazionale Coldiretti

L'Assemblea di Coldiretti ha eletto all'unanimità Ettore Prandini alla presidenza nazionale. Obiettivo: sostenere la competitività delle imprese agricole e della pesca, promuovendo filiere produttive 100% Made in Italy. Intesa Sanpaolo e Open Fiber sottoscrivono un Memorandum di intesa sull'agricoltura smart.

Conferma alla presidenza nazionale di Coldiretti per Ettore Prandini, 51 anni. Ad eleggerlo all’unanimità, ieri, l’assemblea dei delegati in rappresentanza di oltre 1,5 milioni di soc . "Sostenere la competitività delle imprese agricole e della pesca per garantire la sovranità alimentare del Paese e ridurre la dipendenza dall’estero, promuovendo filiere produttive 100% Made in Italy con l’innovazione e la sostenibilità economica ed ambientale – è l’obiettivo fissato da Prandini – per i prossimi cinque anni con l’impegno a raggiungere 100 miliardi di valore dell’export agroalimentare".

Nel corso dell’Assemblea, Coldiretti e Open Fiber hanno sottoscritto un Memorandum di intesa sull’agricoltura smart. L’accordo prevede la collaborazione nello sviluppo di servizi digitali innovativi per l’agricoltura grazie alla diffusione della rete ultraveloce a Banda Ultra Larga di Open Fiber, dove sono presenti gli associati di Coldiretti,. "La rivoluzione tecnologica è fatta di informazioni, elaborazione di dati, automazione – ha commentato Paolo Ciocca, presidente di Open Fiber –. È un tema cross sector, che riguarda la finanza, la sanità e senz’altro l’agricoltura".

Della centralità del settore è convinto Carlo Messina, ad Intesa Sanpaolo: "L’agricoltura è un settore strategico e lo sarà sempre di più nel futuro". E aggiunge: "Oltre ai 3 miliardi del PNRR, noi aggiungiamo 3 miliardi di euro di finanziamenti per le aziende che operano in questo settore".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro