La S9 presentata ieri nell’allestimento della Milano Design Week
La S9 presentata ieri nell’allestimento della Milano Design Week
Un coagulo di bellezza, prestazioni e sostenibilità per la hypercar "nata nel futuro". Così appare la nuova S9, svelata ieri in anteprima europea alla Milano Design Week 2021. Progettata dal celebre designer Walter De Silva, sviluppata e prodotta in Italia (dal 2023), la vettura di Silk Faw è alimentata da un motore ibrido plug-in, e raggiunge una velocità massima oltre i 400 chilometri orari. Un superbolide elegante: "La prima cosa che mi passa per la...

Un coagulo di bellezza, prestazioni e sostenibilità per la hypercar "nata nel futuro". Così appare la nuova S9, svelata ieri in anteprima europea alla Milano Design Week 2021. Progettata dal celebre designer Walter De Silva, sviluppata e prodotta in Italia (dal 2023), la vettura di Silk Faw è alimentata da un motore ibrido plug-in, e raggiunge una velocità massima oltre i 400 chilometri orari. Un superbolide elegante: "La prima cosa che mi passa per la mente quando disegno un’automobile è la ricerca della bellezza ma in questo caso volevo arrivare all’essenza della bellezza. Ho disegnato la S9 per le persone che si circondano di oggetti che hanno relazione con l’arte. Abbiamo gestito la tecnica e le superfici fino ad arrivare al punto di massimo equilibrio fra aerodinamica, proporzioni ed estetica. Il design della S9 si concretizza in uno stile senza tempo" ha affermato De Silva, vice president styling & design di Silk Faw.

Roberto Fedeli, chief technology & innovation officer, ha chiarito gli aspetti più tecnici: "La S9 è una hypercar ibrida. Impiega meno di due secondi per arrivare a cento chilometri orari: significa essere premuti contro il sedile con una forza pari al doppio del peso del conducente. Può essere inoltre guidata in modalità completamente elettrica all’interno della città". La scocca è realizzata con "fibra di carbonio usata nella Formula Uno".

"La nuova S9 è una hypercar nata nel futuro" ha affermato Katia Bassi, managing director di Silk Faw. Nata dalla joint venture fra l’americana Silk Ev e la cinese Faw avrà un centro di produzione e innovazione a Reggio Emilia. "Il nuovo campus sarà ubicato su un’area di 360mila metri quadri. Accanto al sito produttivo e al centro stile ci saranno un Innovation centre, un incubatore per startup, un circuito per il test drive dei nostri clienti, un hotel a 5 stelle. Il progetto Silk Faw ha una proiezione di investimento di 1,3 miliardi di euro, di cui più del 38% in ricerca e sviluppo. Nella nostra pipeline ci sono più di mille assunzioni nei prossimi anni".

Da qui al 2027 la gamma di auto contemplerà, oltre alla S9, la S7, S5 e S3. L’installazione di Silk Faw nello spazio Quattrocento della Milano Design Week è stata progettata dal team di architetti della Yacdemy di Bologna, sotto la guida di Michele De Lucchi.

Annamaria Lazzari