La famiglia Murdoch si spacca. La resa dei conti arriva con la clamorosa decisione di James, figlio minore del magnate dei media Rupert Murdoch, che ha improvvisamente annunciato l’addio a News Corp e all’ultimo incarico che aveva nell’impero fondato dal padre. "Divergenze editoriali e sugli obiettivi strategici", scrive nella lettera di dimissioni. Ma dietro lo strappo di James ci sarebbero anni di lotta per la successione col fratello Lachlan, alla guida di Fox...

La famiglia Murdoch si spacca. La resa dei conti arriva con la clamorosa decisione di James, figlio minore del magnate dei media Rupert Murdoch, che ha improvvisamente annunciato l’addio a News Corp e all’ultimo incarico che aveva nell’impero fondato dal padre. "Divergenze editoriali e sugli obiettivi strategici", scrive nella lettera di dimissioni. Ma dietro lo strappo di James ci sarebbero anni di lotta per la successione col fratello Lachlan, alla guida di Fox Corporation, sempre più destinato a ereditare il trono. La saga familiare di una delle dinastie più potenti e più influenti del mondo dei media - con un regno che si estende da Londra a New York passando per l’Australia, paese d’origine di papà Rupert - affonda le sue radici nel tempo.

Due sarebbero gli episodi che hanno accelerato un deterioramento dei rapporti: l’elezione di Donald Trump nel 2016 e la vendita nel 2017 di gran parte degli asset di Fox a Disney, con lo smantellamento della 21st Century Fox di cui James era a capo. Fu allora che quest’ultimo passò a News Corp, proprietaria di pubblicazioni di prestigio come il Wall Street Journal o di tabloid come The Sun e il New York Post. Mentre il fratello Lachlan prese il timone della nuova Fox Corporation a cui fanno capo canali come Fox News e Fox Business, tra le reti tv le principali alleate del presidente americano.

L’insofferenza di James, da sempre un’eccezione liberal all’interno di una famiglia fortemente conservatrice e che ha donato un miliardo di dollari alla campagna di Joe Biden, è così esplosa. La frustrazione per non riuscire a imprimere al suo gruppo una svolta su temi come l’ambientalismo o la lotta al climate change, di cui la moglie Kathryn è una paladina, hanno accelerato la voglia di staccare la spina. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la tragedia degli incendi in Australia a febbraio, con James che ha fortemente contestato il modo in cui i giornali del gruppo hanno seguito la vicenda, con una linea editoriale accusata di scarsa sensibilità alle ragioni della scienza. Nelle ultime settimane nel clan Murdoch ci sarebbero stati scontri continui, con la presa d’atto che papà Rupert, 89 anni, ha ormai scelto a chi dei due figli passerà il testimone. "Ringraziamo James e gli auguriamo il meglio per il futuro", le stringate parole con cui il fratello Lachlan lo ha congedato.