Lunedì 15 Luglio 2024
MONICA PIERACCINI
Economia

Dichiarazione dei redditi 2023: ecco i documenti che servono per le detrazioni

I pagamenti devono essere tutti tracciabili, tranne che per i farmaci e per il pagamento del ticket. Scontrini parlanti per i medicinali pagati in contanti, certificazione da rsa o dalla compagnia assicurativa per portare in detrazione le relative spese.

Modelli 730 per la dichiarazione dei redditi

Modelli 730 per la dichiarazione dei redditi

Roma, 17 maggio 2023 – Per fare la dichiarazione dei redditi dal commercialista o al caf, ma anche per confrontare che i dati inseriti nella precompilata siano corretti, occorre avere a portata di mano una serie di documenti, che vanno poi conservati in caso di controlli da parte del fisco. Nel caso delle spese detraibili, da ricordare che i pagamenti devono essere tutti tracciabili, ad eccezione delle spese per medicinali,  i dispositivi medici e le prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private convenzionate con il servizio sanitario nazionale (quindi quelle in cui si paga il ticket). Ecco quello che serve per poter usufruire delle detrazioni del 730/2023.

Farmaci e prestazioni sanitarie

E' il capitolo più complicato. Intanto, la premessa: per avere il 19% di detrazione, i pagamenti vanno fatti tramite sistemi tracciabili, quindi bancomat, carte di credito, bancomat, app quali Pago Pa o bollettini. Fanno eccezione le spese per i medicinali, i dispositivi medici e le prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private convenzionate con il servizio sanitario nazionale che potranno continuare ad essere effettuate in contanti.

Se il pagamento è tracciabile

Per beneficiare della detrazione – si legge sul sito del caf Acli - è necessario il documento che attesta la prestazione o l’acquisto effettuato (fattura, ricevuta fiscale, scontrino parlante) e la prova cartacea della transazione (ricevuta bancomat, estratto conto, copia bollettino postale o del Mav e dei pagamenti con PagoPA). In mancanza, l’utilizzo del mezzo di pagamento tracciabile può essere documentato mediante l’annotazione in fattura, ricevuta o scontrino parlante, da parte del percettore delle somme che cede il bene o effettua la prestazione di servizio.

Se il pagamento è fatto in contanti

Nei casi in cui si può pagare i contanti per ottenere la detrazione, come per esempio se si acquistano farmaci, occorre presentare la fattura o lo scontrino 'parlante', quindi con il proprio codice fiscale, in cui devono essere indicati anche la natura, il codice identicativo alfanumerico (Aic) e la quantità dei prodotti acquistati.

Altre documentazioni per spese socio-sanitarie

Per tutte le altre spese detraibili il pagamento deve essere tracciabile. Quindi, va presentata la relativa documentazione fiscale (ricevuta del bonifico o del bollettino o altro pagamento tracciabile) anche per le spese sostenute in favore di minori o di maggiorenni con disturbo specifico dell’apprendimento e in questo caso occorre anche il certificato medico che attesti la diagnosi di Dsa. Stessa cosa da fare per le spese sostenute per assistenza infermieristica e riabilitativa e per le prestazioni rese da personale in possesso della qualifica professionale di addetto all’assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale esclusivamente dedicato all’assistenza diretta della persona, ma anche per le spese sostenute per l'acquisto di veicoli con persone con disabilità, In caso di persona in casa di riposo, occorre inoltre certificazione (rilasciata dalla rsa stessa) che attesti le spese mediche, di assistenza generica e specialistica.

Come portare in detrazione le spese degli interessi dei mutui

Nel 730 è possibile detrarre anche gli interessi passivi per i mutui ipotecari sottoscritti per acquistare la prima casa. In questo caso serve la dichiarazione che attesti l’importo degli interessi pagati, la copia del contratto di mutuo ed eventuali successivi contratti di rinegoziazione, la copia del contratto di acquisto dell’immobile, la documentazione relativa agli oneri accessori sostenuti per l’acquisto dell’immobile, quali onorario del notaio, iscrizione e cancellazione dell’ipoteca, imposta sostitutiva, catastale, ipotecaria, di registro e spese di mediazione. In caso di mutui per la costruzione o ristrutturazione dell'abitazione principale, i documenti richiesti sono la dichiarazione attestante l’importo degli interessi pagati, la copia del contratto di mutuo ed eventuali successivi contratti di rinegoziazione, la documentazione fiscale relativa alle spese sostenute per la costruzione o ristrutturazione e per l'abilitazione amministrativa per l’esecuzione dei lavori.

Premi assicurativi

Si possono detrarre al 19% i premi versati per le assicurazioni sulla vita, contro gli infortuni o rischio morte o per invalidità permanente superiore al 5% o di non autosufficienza o per la tutela di persone con disabilità grave. Infine, si possono detrarre anche i premi assicurativi aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi su immobili abitativi. In tutti questi casi è la compagnia assicurativa che rilascia un attestato con l'ammontare dei premi versati e che va presentato e conservato per il 730.

Scuola, formazione, università e sport per i ragazzi dai 5 ai 18 anni

Bollettini, ricevute fiscali, fatture vanno presentate per portare in detrazione le spese per le rette per la frequenza in asili nido, per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione, della scuola secondaria di secondo grado e di corsi di istruzione universitaria, per l'iscrizione annuale a conservatori di musica, a istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (Afam) legalmente riconosciute, a scuole di musica iscritte nei registri regionali, cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione, per lo studio e la pratica della musica. Stessa documentazione per le spese sostenute per gli affitti dagli studenti universitari 'fuori sede'. Sono detraibili anche le spese sostenute per l’iscrizione annuale e l’abbonamento, per i ragazzi di età compresa tra i 5 e 18 anni, ad associazioni sportive, palestre, piscine ed altre strutture ed impianti sportivi destinati alla pratica sportiva dilettantistica. In questo caso occorre dimostrare di aver sostenuto la spesa tramite un bollettino bancario o postale, o con fattura, ricevuta o quietanza di pagamento rilasciata dalle associazioni o impianti sportivi.

Altre detrazioni

Si possono detrarre le spese sostenute per l’acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale allegando relativo pagamento tracciabile, le spese funebri indipendentemente dall’esistenza di un vincolo di parentela con le persone decedute presentando le relative fatture e pagamento tracciabile, stessa cosa per le spese veterinarie. Per le erogazioni liberali a favore di movimenti e partiti politici, onlus, associazioni di vario genere occorre presentare le relative ricevute e il pagamento deve essere tracciabile.