Simon Beckerman
Simon Beckerman
Spunta un unicorno sotto la Madonnina, anche se nel frattempo ha spostato la sede a Londra. Infatti c’è molta Italia nella storia di Depop, app per vendere e acquistare capi usati e vintage, ceduta per 1,625 miliardi di dollari al gruppo statunitense Etsy, marketplace quotato al Nasdaq e dedicato allo shopping di oggetti artigianali, originali e creativi. Fondatore della società divenuta un unicorno, come sono chiamate le startup la cui...

Spunta un unicorno sotto la Madonnina, anche se nel frattempo ha spostato la sede a Londra. Infatti c’è molta Italia nella storia di Depop, app per vendere e acquistare capi usati e vintage, ceduta per 1,625 miliardi di dollari al gruppo statunitense Etsy, marketplace quotato al Nasdaq e dedicato allo shopping di oggetti artigianali, originali e creativi. Fondatore della società divenuta un unicorno, come sono chiamate le startup la cui capitalizzazione supera il miliardo di dollari (prima era successo solo a Yoox), è infatti il design grafico Simon Beckerman, a dispetto del nome nato e cresciuto a Milano.

E la stessa Depop, inizialmente concepita come social network attraverso il quale i lettori del magazine PIG, fondato dallo stesso Beckerman, potevano comprare gli oggetti dei giovani creativi ospitati dalla rivista, è stata sviluppata in Italia, all’interno dell’incubatore di startup H-Farm (che ha sede a Roncade, Treviso), prima di traslocare nel 2012 a Londra, dove ha tuttora il suo quartier generale.

"Depop in 10 anni ha fatto qualcosa di straordinario, raggiungendo dei numeri che molti gruppi industriali raggiungono in due generazioni", ha dichiarato il presidente e fondatore di H-Farm, Riccardo Donadon, che parla di "una storia bellissima fatta di umiltà, grandissima visione, enorme sensibilità per il design, capacità di ragionare in grande, ed un incredibile capacità di saper interpretare la società di oggi".

Oggi Depop, trasformata in un marketplace globale per la vendita di capi usati che si ispira ai valori della creatività, della sostenibilità, dell’inclusione e della diversità, dispone di una community di 30 milioni di utenti registrati in oltre 150 Paesi, 4 milioni di compratori e 2 milioni di venditori attivi, uffici a Manchester, New York, Los Angeles e Sydney, e un team di oltre 300 persone. La sua popolarità è diffusa soprattutto tra i giovani: il 90% degli utenti attivi ha meno di 26 anni e Depop è il decimo sito di shopping più visitato dalla Z Generation americana.

Dalla vendita, l’incubatore H-Farm incassa complessivamente 11 milioni di euro a fronte di un investimento di 800 mila euro. Del colpo si è accorta anche la Borsa dove il titolo è balzato del 12% a 0,27 euro.