Decreto pensioni, le slide del governo
Decreto pensioni, le slide del governo

Roma, 17 gennaio 2019 -  Ecco le slide che illustrano come funzioneranno la riforma delle pensioni con Quota 100 e il Reddito di cittadinanza. Pubblichiamo di seguito le schede predisposte dal governo per mettere a fuoco i requisiti, i vincoli, gli importi e gli esempi delle due misure-chiave approvate in un decreto ad hoc dall'esecutivo. 

Decreto pensioni e rdc, il testo in pdf

Reddito e pensioni di cittadinanza raggiungeranno quasi 5 milioni di persone, 1,7 milioni di famiglie in cui rientreranno anche 250 mila nuclei con disabili. Una platea su cui saranno distribuiti poco meno di 6 miliardi di euro nei nove mesi di applicazione del 2019, da aprile a dicembre, con l'obiettivo dichiarato dal governo di rilanciare il lavoro. 

Quanto a Quota 100, chi è nato entro il 1956 e ha lavorato senza interruzioni almeno dal 1980 potrà andare in pensione a partire da aprile: la cosiddetta «Quota 100» sperimentale per tre anni consente a chi ha maturato a fine 2018 almeno 62 anni di età e 38 di contributi di andare in pensione anticipata. È prevista una finestra trimestrale per i lavoratori privati che quindi potranno andare in pensione da aprile e una semestrale per i pubblici che però in sede di prima applicazione dovranno aspettare fino al primo agosto .

La platea che potrebbe accedere alle misure è di cerca 315.000 persone ma è probabile che il numero sia più contenuto a causa della norma del divieto di cumulo con l'attività lavorativa fino all'età di vecchiaia. Potrebbe scoraggiare rispetto all'uscita anticipata anche l'importo ridotto di pensione a fronte di quello che si avrebbe avuto maturando i contributi fino all'età di vecchiaia o alla pensione anticipata indipendente dall'età.