Informare e mostrare le tecnologie 4.0, spiegandole attraverso attività di formazione ad hoc, per arrivare a trasferire e implementare le soluzioni tecnologiche mediante progetti concreti. È questo il modus operandi di Made, il competence center per Industria 4.0 lombardo con sede a Milano in via Durando 10, alla Bovisa, che ha aperto le porte della propria Fabbrica Didattica di 2.500 mq per mostrare in anteprima le attività che saranno svolte al suo interno attraverso alcuni casi d’uso. "Costituitosi – ha dichiarato Marco Taisch, presidente di Made 4.0 – grazie alla visione comune di 48 partner, 43 imprese private, 4 università, 1 ente pubblico e con il supporto del ministero per lo Sviluppo economico e a un investimento di 22 milioni di euro, Made farà della propria sede una vera e propria fabbrica digitale e sostenibile, una piattaforma di risorse per far entrare le pmi italiane a contatto con le tecnologie 4.0, aiutarle e sostenerle lungo il percorso della transazione tecnologica".

Lo spazio è suddiviso in 20 dimostratori, ciascuno dedicato a una particolare tecnologia 4.0: dalla robotica collaborativa ai big data, dalla manutenzione da remoto al gemello digitale, dall’efficienza energetica alla cyber-security industriale, dalla lean 4.0 alla manifattura additiva, dall’intelligenza artificiale all’iot e la rete 5G. I dimostratori a loro volta sono accorpati in specifiche aree di competenza, tutte integrate e interconnesse tra loro a formare una fabbrica ideale, digitale e sostenibile: virtual design e sviluppo nuovo prodotto, gemello digitale, virtual commissioning, produzione snella, robotica collaborativa e sistemi intelligenti di assistenza al lavoratore, qualità 4.0, tracciamento di prodotto e additive manufacturing, monitoraggio e controllo smart dei processi industriali, monitoraggio e controllo energetico smart, manutenzione smart, cyber security industriale e big data analytics. "Tutte le attività di Made – ha ricordato Taisch – si concentreranno in questa fabbrica del futuro".