Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
21 lug 2022

Crisi di governo: a rischio i 19 miliardi del Pnrr. Stop anche al salario minimo

Le riforme ferme al palo. Tutto da ridefinire quello che accadrà per le pensioni: a partire da Quota 102. Resta nel limbo anche il piano di revisione fiscale, con la riduzione di Irpef e Iva

21 lug 2022
claudia marin
Economia
featured image
Crisi di governo, i provvedimenti a rischio
featured image
Crisi di governo, i provvedimenti a rischio

Roma, 21 luglio 2022 - Un nuovo Patto sociale, ma anche di governo, illustrato, come un vero nuovo programma da Mario Draghi nell’aula del Senato. Un’agenda che, a ben vedere, traguardava la legislatura, ma che doveva avere i suoi primi pilastri realizzati nei prossimi cinque-sei mesi. E, invece, resterà al palo. Mentre la crisi della maggioranza di unità nazionale tiene in scacco per tutta la giornata Piazza Affari, con una chiusura in calo dell’1,6%, facendo di Milano la peggiore tra le Borse del Vecchio Continente, e fa volare lo spread tra Btp italiani e Bund tedeschi a quota 221 punti. E questo sarà solo l’assaggio della bufera che si abbatterà sui mercati oggi. Il governo cade ma i parlamentari salvano il vitalizio: scatta il 24 settembre Il patto al macero I capitoli-chiave indicati da Draghi riguardavano innanzitutto: rigassificatori da fare senza risparmio e senza veti (a cominciare da quello di Piombino), ma anche rinnovabili a volontà e tetto europeo al prezzo del gas per arrivare all’indipendenza dalla Russia in un anno e mezzo massimo. Pensioni flessibili, ma con il contributivo. Superbonus meno generoso, ma con i crediti alle imprese sbloccati. Riforme Pnrr a passo di carica per evitare di perdere il saldo di fine anno da 19 miliardi di euro. Taglio del cuneo fiscale per i redditi medio-bassi e salario minimo versione Orlando senza mortificare la contrattazione collettiva. Reddito di cittadinanza da correggere se non funziona. E ancora: riforma del sistema dei medici di famiglia e più concorrenza per tassisti e balneari. Fino al cosiddetto decreto Agosto da 10 miliardi con aiuti a imprese e famiglie per fronteggiare il caro-energia e il caro-prezzi. PNRR a rischio ritardi I 55 obiettivi per fine anno, ma anche quelli da raggiungere per la primavera sono a rischio. In ballo, per ottenerli, numerosi provvedimenti: i ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?