Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo (Ansa)
Il ministro del Lavoro Nunzia Catalfo (Ansa)

Roma, 26 aprile 2020 -  Molti lavoratori potranno tirare il fiato: licenziamenti bloccati per altri due mesi. E' ciò che il governo, secondo quanto si apprende, dovrebbe inserire nel prossimo decreto di aprile per far fronte alla pandemia da Coronavirus.

FOCUS/ La cabina di regia sulla fase 2, tutti gli aggiornamenti



Si tratterebbe quindi di una proroga della sospensione dei licenziamenti collettivi e dei licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo (ad esempio ragioni inerenti all'attività produttiva, e all'organizzazione del lavoro)  già inserita nel Cura Italia. La misura completerebbe il pacchetto di protezione del lavoro, che dovrebbe vedere uno stanziamento di circa 24 miliardi per il rinnovo di tutti gli ammortizzatori.

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19

In arrivo con il Decreto di aprile, come annunciato dal ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, il rinnovo dei congedi speciali e del bonus babysitter da 600 euro per aiutare i genitori con i figli a casa da scuola. Il congedo speciale, secondo quanto apprende l'Ansa, dovrebbe essere di altri 15 giorni retribuiti al 50% di cui i genitori (uno solo o dividendoli tra entrambi) potranno usufruire fino a settembre.