Con due provvedimenti del capo del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, il termine per la presentazione delle domande di ammissione ai due distinti contributi introdotti dalla legge di Bilancio 2020 in favore delle scuole statali e paritarie per l’acquisto di abbonamenti a quotidiani, periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale, fissato per il 10 marzo, è stato prorogato sino al 30 aprile 2021.

La proroga si è resa necessaria in relazione alle difficoltà organizzative e didattiche indotte dalla perdurante situazione di emergenza sanitaria.

Più specificamente, i due contributi riguardano:

A. Le scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado, limitatamente all’acquisto di uno o più abbonamenti a periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale, per un importo fino al 90 per cento della spesa. A tale bando è riservata una quota pari a 10 milioni di euro dello stanziamento complessivo di 20 milioni di euro;

B. Le scuole secondarie di primo grado, statali e paritarie, che adottano, nell’ambito dei Piani per l’offerta formativa, programmi per la promozione della lettura critica e l’educazione ai contenuti informativi, per un importo fino al 90 per cento della spesa per l’acquisto di abbonamenti a quotidiani, periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale. A tale bando è riservata una quota pari a 4 milioni di euro dello stanziamento complessivo di 20 milioni di euro.