Giancarlo Giorgetti, 54 anni, è ministro dello Sviluppo economico
Giancarlo Giorgetti, 54 anni, è ministro dello Sviluppo economico
di Antonio Troise Cento euro per chi "rottama" la vecchia Tv. Al via il nuovo bonus fortemente voluto dal ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, per accompagnare gli italiani verso il nuovo digitale terrestre. Il tutto nel segno della sostenibilità e dell’economia circolare: per ottenere il bonus, bisognerà provvedere a smaltire in maniera corretta i vecchi apparecchi televisivi non compatibili con il nuovo segnale e, in ogni caso,...

di Antonio Troise

Cento euro per chi "rottama" la vecchia Tv. Al via il nuovo bonus fortemente voluto dal ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, per accompagnare gli italiani verso il nuovo digitale terrestre. Il tutto nel segno della sostenibilità e dell’economia circolare: per ottenere il bonus, bisognerà provvedere a smaltire in maniera corretta i vecchi apparecchi televisivi non compatibili con il nuovo segnale e, in ogni caso, acquistati prima del 22 dicembre del 2018. Il provvedimento è stato firmato ieri e ha ottenuto il bollino del Mef. Manca solo il via libera della Corte dei Conti, che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. L’operazione bonus tv fa rima con la nuova tecnologia "Dvbt-2Hevc Main 10" che entrerà nelle nostre case secondo un calendario regionale entro la metà del 2022.

Quando il sistema marcerà a regime avremo immagini migliori e più spazio per l’alta definizione. Ma attenti: prima di decidere se mandare in pensione l’attuale tv, si può verificarne la compatibilità seguendo le informazioni e le procedure indicate sul sito nuovatvdigitale.mise.gov.it. L’agevolazione prevede uno sconto del 20% sul prezzo dell’apparecchio, fino a un massimo di 100 euro. Ed è cumulabile con l’attuale bonus fino a 50 euro per l’acquisto di un nuovo Tv (o decoder) limitato solo agli italiani con un Isee non superiore ai 20mila euro. L’incentivo di 100 euro, invece, non prevede limiti di reddito e sarà riconosciuto per l’acquisto di un televisore per ogni nucleo familiare. La dote fissata dal ministero è di 250 milioni di euro. Per accedere allo sconto bisognerà rispettare tre requisiti: residenza in Italia, rottamazione di un televisore e il pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione. Potranno accedere allo sconto anche i cittadini over 75 esonerati dal pagamento del canone.

La rottamazione potrà essere effettuata in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando quello vecchio al rivenditore, che si occuperà dello smaltimento e di ottenere un credito fiscale pari allo sconto riconosciuto al cliente al momento dell’acquisto. Un’altra modalità è consegnare la tv in una isola ecologica autorizzata. In questo caso un modulo certificherà l’avvenuta consegna dell’apparecchio, con la documentazione per richiedere lo sconto.