Cashback, un pagamento con Pos (foto generica)
Cashback, un pagamento con Pos (foto generica)

Roma, 23 novembre 2020 - Non è semplice districarsi nella giungla dei cashback, i rimborsi che il governo ha previsto per chi fa aquisti con pagamenti elettronici e che, se sommati, possono portare fino a 3.450 euro di bonus. Ecco allora una breve guida per punti.

Il primo cashback fino a 300 euro

In attesa del decreto attuativo, il cashback nel 2021 dovrebbe funzionare così: ai contribuenti che fanno acquisti con carte tracciabili è riconosciuto un rimborso su base annua del 10% su spese per un tetto massimo di 3.000 euro, cioè 300 euro in un anno

Super cashback

Tra dicembre 2020 e maggio 2021 ci sarà un altro incentivo all’uso di bancomat e carte di credito. Ai primi centomila contribuenti che faranno maggiore uso di questi pagamenti andrà un premio di 1.500 euro (3.000 in un anno). Conta il numero di transazioni, non l’importo.

Cashback di Natale

Il governo valuta un extra cashback di Natale: un rimborso del 10% fino a 150 euro, per le spese con carte e app in dicembre. L’extra cashback sarà aggiuntivo rispetto alle misure già previste e si potrà ottenere entro fine anno, facendo 10 acquisti nel mese di dicembre 2020. Per il rimborso non varranno, a quanto si aprende, gli acquisti online.

Tetto alle transazioni

Per evitare che il cashback sia un privilegio dei benestanti è stato fissato un tetto di almeno 50 transazioni da effettuare nei primi sei mesi interessati dalla norma (e prevedibilmente anche nei mesi successivi). Sono esclusi dal computo gli acquisti on line, già tracciati.

La App Io: come funziona

Per ottenere il rimborso del bonus bancomat sul proprio conto corrente, diventerà necessario scaricare l’app IO della Pubblica Amministrazione, lanciata il 18 aprile 2020. È già disponibile sia per Android che per Apple ed è stata già usata per elargire il bonus vacanze.