Fino a giovedì si accettano le candidature per la RoadJob Academy 2020 che partirà mercoledì 23 con 40 posti completamente gratuiti per i giovani che per otto settimane vorranno orientarsi e formarsi per accedere alle concrete opportunità di lavoro offerte dalle 18 aziende del network RoadJob, nei territori di Como, Lecco e Monza-Brianza. Alla conclusione, per i 28 diplomati con valutazione migliore, si schiuderanno reali possibilità occupazionali in diversi settori, dal biomedicale al siderurgico, dall‘elettronica alla meccanica.

Il network, aperto all’adesione di sempre nuovi aziende e territori, vede come obiettivo prioritario facilitare l’ingresso dei giovani (tra i 18 e i 29 anni) nel mondo del lavoro, grazie a un’esperienza di orientamento e formazione concreta e avanzata. Ragazze e ragazzi interessati possono candidarsi attraverso il form dedicato su https:academy.roadjob.it

"In questo 2020 così complicato non era scontato ripartire. E invece siamo pronti a valutare le candidature dei ragazzi. Nel nostro territorio – commenta Primo Mauri (nella foto), presidente dell’Associazione RoadJob – che pure tanto ha sofferto l’emergenza Covid, ci sono molte realtà che hanno continuato a crescere e sono alla ricerca di giovani motivati da inserire in azienda. Non abbiamo mai cessato di crederci e guardiamo al futuro, forti del nostro Network che ha dato ottima prova di sé, continuando sempre a progettare e a lavorare con entusiasmo. Le imprese possono dare segnali positivi e concreti, anche in un momento oggettivamente critico, come quello attuale. Lavorando insieme, facendo squadra su obiettivi comuni, possiamo costruire il futuro. Desideriamo crescere ancora, grazie all’adesione di nuove aziende, instaurando un dialogo sempre più attivo anche con le istituzioni, per creare nei fatti lavoro qualificato per i nostri giovani e valore condiviso per i nostri territori".

L’edizione in partenza è frutto del lavoro del Comitato scientifico che ha avuto un ruolo anche nel definire le figure di riferimento per i tre percorsi professionalizzanti previsti: tecnici specializzati con competenze specifiche di Produzione meccanica, in particolare di conduzione di impianti e macchinari industriali; Manutenzione, per garantire l’efficienza di macchinari e impianti; Produzione elettronica, per la realizzazione e il collaudo di sistemi elettrici ed elettronici.

Le giovani risorse selezionate seguiranno un percorso mirato, formativo e professionalizzante, durante il quale frequenteranno le aule, i laboratori e le aziende. Particolare attenzione è stata dedicata alla definizione e al rispetto delle norme di prevenzione e all’introduzione di protocolli di sicurezza di massima cautela. È stato fra l’altro siglato un accordo di prevenzione sanitaria con la struttura ospedaliera ‘Fatebenefratelli’ di Erba (Como), per l’attivazione dei test di monitoraggio Covid-19 per i partecipanti.

Al termine dell’iter accademico, le aziende partner offrono ai giovani che concludano il percorso formativo la possibilità di mettere in pratica quanto appreso. Se l’esperienza risulta positiva, per 28 giovani tecnici diplomati con le migliori valutazioni, le aziende sono aperte a una concreta possibilità di inserimento in organico, con contratti ad hoc.

L’Academy comprende 70 formatori, fra coach e tutor dedicati a individuare e valorizzare propensioni, attitudini, capacità e qualità, trasformandole in un concreto percorso professionale nell’industria, Duemila sono le ore di formazione suddivise in 2 settimane di orientamento e 6 di formazione specifica distribuite in 3 percorsi professionalizzanti e 20 visite in azienda.

Alberto Levi