Rivoluzione ai vertici di EssilorLuxottica. Leonardo Del Vecchio e Hubert Sagnières, rispettivamente presidente e vicepresidente del colosso delle lenti e delle montature, hanno deciso volontariamente di ritirare le proprie cariche esecutive in Essilux. Sagnières andrà in pensione, mentre Del Vecchio, che resta ampiamente il primo socio di Essilux, con il 32,3% delle quote controllate attraverso Delfin, ha lasciato "al fine di mantenere la governance paritaria" all’interno della holding.

I due manterranno solo le cariche non esecutive.

Pieni poteri esecutivi, dunque, a Francesco Milleri, che il cda ha nominato nuovo amministratore delegato, e Paul du Saillant, fino a ieri il ‘numero due’ di parte francese e ora nuovo vice ad. Questo assetto durerà "fino all’assemblea degli azionisti del 2021". Il cda ha deciso un acconto di dividendo per l’esercizio 2020 pari a 1,15 euro per azione.

Del Vecchio, ringraziando Sagnières per il lavoro svolto, loda i progressi dell’azienda "sotto la guida di Francesco e Paul" e si dice fiducioso sul futuro: "Questo è il momento giusto per me di fare un passo indietro e trasferire a loro i miei poteri esecutivi, per assicurare una transizione di governance più fluida".