Borsa, mercati, finanza (foto iStock)
Borsa, mercati, finanza (foto iStock)

Roma, 31 agosto 2018 - Giornata difficile oggi anche sui mercati. Dopo esser arrivato a toccare quota 291,4, lo spread tra il Btp e il Bund tedesco chiude comunque sopra quota 290 e archivia la seduta a 290,5. Il rendimento è al 3,23%. Tensione sul Btp a due anni: lo spread sul titolo italiano a breve scadenza rispetto all'equivalente tedesco si è portato a 202 punti mentre ieri mattina in apertura si attestava intorno ai 173 punti. Il tasso di rendimento è salito all'1,4%. Per il Btp a 5 anni, il differenziale è a 276 punti base con un tasso di rendimento del 2,53%. In generale le pressioni sulla Turchia e sull'Argentina e le tensioni sul commercio mondiale mettono ko Piazza Affari e le Borse europee. A Milano l'indice principale Ftse Mib ha perso l'1,1% a 20.269 punti, peggio ha fatto Parigi (-1,3%), Francoforte ha ceduto l'1,04%.

Fitch conferma il rating Italia. Ma abbassa outlook da 'stabile' a 'negativo'

Tra le blue chip milanesi, a picco Pirelli (-4,65%) e Telecom (-3,35%), che scivola a quota 0,549 euro, aggiornando i minimi dell'anno e tornando sui livelli di oltre 5 anni fa. In calo il settore bancario: pesante Banco Bpm, che perde il 3,11%, ma soffrono anche Intesa Sanpaolo e Unicredit, entrambe con ribassi nell'ordine dell'1,3%, mentre tiene in controtendenza Fineco. In difficoltà anche l'assicurativo. In controtendenza Tenaris (+1,83%) e Italgas (+1,17%).

Disoccupazione in calo, anche tra i giovani. Aumentano gli inattivi