Borsa, Piazza Affari (Ansa)
Borsa, Piazza Affari (Ansa)

Milano, 17 maggio 2019 - Ancora una seduta in rosso per Borsa ItalianaMilano (apertura a -0,24% a 21.100 punti) chiude in calo, con l'indice Ftse Mib di Piazza Affari a -0,22% a 21.105 punti. Limitano i danni le altre Borse europee dopo il dato positivo sulla fiducia americana e con gli annunci sui dazi auto, questi però già in parte scontati dal mercato perché anticipati nei giorni scorsi da indiscrezioni di stampa. Parigi -0,18%, Madrid -0,26%, Londra -0,1% e Francoforte -0,58%. 

SPREAD - Invariato rispetto a ieri il differenziale di rendimento tra i titoli di Stato decennali italiani e quelli tedeschi. Lo spread Btp-Bund ha chiuso a 275 punti base, col rendimento del Btp a 10 anni pari al 2,64%. 

TITOLI FTSE MIB - A Piazza Affari hanno sofferto le banche, che hanno risentito del clima di incertezza economico-politica. Sul fronte opposto, ha svettato Juventus (+1,72%), dopo l'uscita a sorpresa dell'allenatore Massimiliano Allegri. Fca, sostenuta dall'apertura di Trump sui dazi come tutti i titoli del comparto auto nel Vecchio Continente, ha chiuso in positivo (+0,94%), lasciandosi alle spalle il malcontento per il calo delle immatricolazioni europee di aprile.

BORSE CINESI - Seduta pesante per le borse cinesi che hanno cancellato i guadagni dalle sessioni precedenti in un mercato preoccupato dall'andamento delle tensioni commerciali tra Pechino e Washington dopo gli ultimi attacchi al settore tecnologico, in particolare con l'inserimento di Huawei nella 'lista nera' degli Usa per motivazioni di sicurezza nazionale. A Hong Kong, l'indice Hang Seng è sceso dell'1,16% a 27.946,46 punti. Nella Cina continentale, l'indice composito della Borsa di Shanghai è sceso del 2,48% a 2.882,26 punti, mentre la borsa di Shenzhen ha perso il 3,26% a 1,533,22 punti.