Borse, crollano gli indici asiatici (Ansa)
Borse, crollano gli indici asiatici (Ansa)

Milano, 15 giugno 2020 -  Alla fine la Borsa di Milano chiude in territorio positivo: il Ftse Mib fa registrare un + 0,43% a 18.969,29 punti. Ed è la maglia rosa in Europa. Ma è stata una giornata per tutti i listini europei vissuta sulle montagne russe a causa dei  timori scatenati sui mercati mondiali di un'ipotesi di una seconda ondata di Coronavirus o comunque da un nuovo aumento dei casi, in particolare in Cina. Hanno creato preoccupazione i 79 nuovi contagiati a Pechino. Negli Usa in 20 Stati c'è un aumento di nuovi casi e ricoveri, in alcuni si tratta di aumenti record.

La paura per un Covid bis, infatti, che spenga sul nascere le speranze di ripresa dell'economia, almeno nel breve termine, ha depresso per buona parte della giornata i listini del Vecchio Continente, che nell'ultimo scorcio di seduta sono però riusciti a recuperare in parte: Londra (-0,66%) a 6.064 punti, seguita da Parigi (-0,49%) a 4.815 punti, Madrid (-0,46%) a 7.259 punti e Francoforte (-0,32%) a 11.911 punti.

Coronavirus, l'infettivologo: attenti ai focolai. "Ma non c'è una seconda ondata"

Wall Street da parte sua ha aperto in forte calo ma chiude in rialzo dopo l'annuncio della Federal Reserve del suo programma di acquisto di obbligazioni societarie che ha incrementato la fiducia degli investitori, programma che aveva vacillato a causa di un picco nei nuovi casi di Covid-19. Il Dow Jones sale dello 0,62% a 25.763,16 punti, il Nasdaq avanza dell'1,43% a 9.726,02 punti mentre lo S&P 500 segna +0,83% a 3.066,97 punti..

Le Borse asiatiche: Tokyo ha perso il 3,47%, Hong Kong il 2,16%, Shanghai l'1,02% e Seul il 4,76%.

Lo spread infine ha terminato la sessione a 185 punti. Il rendimento dei Buoni italiani si è attestato all'1,404% dopo essere anche sceso sotto l'1,4% per la prima volta da fine marzo.

Inflazione, a maggio torna negativa: -0,2%. Pesa il Covid, più al Nord